Saltar al contenido

JBL Flip 6 vs JBL Flip 5 – Conviene davvero passare al nuovo modello?

Un diffusore portatile è un dispositivo indispensabile se vi piace ascoltare la musica in viaggio, all’aperto o se volete un modo per riprodurre i vostri brani preferiti in casa senza dover ricorrere a una configurazione costosa o complicata.

JBL è da anni uno dei marchi di diffusori Bluetooth più raccomandati. Produce alcuni dei migliori altoparlanti Bluetooth che si possano acquistare, che sono resistenti, portatili e producono un suono eccellente, spesso senza il prezzo più alto di alcuni dei suoi concorrenti.

Il JBL Flip 5 è stato il diffusore portatile di punta del marchio nel 2020. È un’anima semplice rispetto a molti dei suoi rivali, senza microfono o compatibilità con l’assistente vocale. Tuttavia, offre un suono piacevole, è facile da usare, ha un design minimale e robusto e ha una classificazione IPX7: ecco perché è uno dei nostri migliori altoparlanti impermeabili.

Alla fine del 2021, il marchio ha lanciato una versione più recente: il JBL Flip 6. Come il Flip 5, si tratta di un diffusore robusto, ben collegato e di semplice installazione. Può riempire una stanza con la vostra musica preferita e fornire una colonna sonora per feste all’aperto o incontri a bordo piscina. Rispetto al Flip 5 presenta alcuni aggiornamenti, tra cui il più recente standard Bluetooth, la protezione dalla polvere e un miglioramento della qualità del suono. Ma questo rende il Flip 6 migliore del Flip 5?

Sia che abbiate un JBL Flip 5 e non siate sicuri di doverlo aggiornare, sia che siate sul mercato per un nuovo diffusore portatile e vogliate valutare le diverse opzioni di JBL, siamo qui per aiutarvi. La domanda è: quale JBL Flip è il migliore per voi?

JBL FLIP 6 VS JBL FLIP 5: DESIGN

JBL Flip 6 vs JBL Flip 5

Il JBL Flip 5 è un diffusore cilindrico minimale che pesa 540 g e ha le dimensioni di una piccola borraccia termica. Si può facilmente portare in mano, infilare in una borsa e, grazie al cinturino, appendere alla maniglia di una porta o a un albero in un parco.

È disponibile in diversi colori, tra cui bianco, blu scuro, grigio, verde, mimetico e altri ancora. Ha un grado di impermeabilità IPX7, il che significa che può essere immerso in acqua fino a un metro di profondità per 30 minuti.

Il JBL Flip 6 ha un aspetto molto simile al Flip 5. Ha la stessa struttura, la griglia avvolgente e i radiatori dei bassi su ciascun lato. Il logo sulla parte anteriore è diverso. Invece del bianco su rosso di JBL, si abbina al colore del diffusore e occupa più spazio sul lato.

Pesa 550 g, quindi è un po’ più pesante del Flip 5, ma questo ha senso visti i miglioramenti apportati. È comunque portatile e ha un cinturino, per cui si può ascoltare in movimento, appenderlo da qualche parte o portarlo al polso.

Il Flip 6 è disponibile in meno tonalità rispetto al 5, tra cui rosso, nero, blu e grigio, ma JBL potrebbe introdurre altre opzioni più avanti.

Come tutti i prodotti della linea JBL, entrambi sono ben costruiti, hanno una finitura eccellente e un layout semplice. Inoltre, sono entrambi semplici da usare.

La principale differenza nel design è che il Flip 6 ha introdotto la resistenza alla polvere insieme alla resistenza all’acqua, conferendogli una classificazione IP67 migliorata. Ciò significa che l’altoparlante è stato testato in un laboratorio dove è stata spruzzata della polvere. L’ottenimento del «6» del grado di protezione IP67 significa che la polvere non è penetrata all’interno del dispositivo e non ha interferito con i comandi grazie alla sua struttura a tenuta stagna. Questa classificazione si applica alle particelle fini, compresa la sabbia, quindi potete tranquillamente portare il Flip 6 in spiaggia.

JBL FLIP 6 VS JBL FLIP 5: PRESTAZIONI AUDIO

JBL Flip 6 vs JBL Flip 5

Il JBL Flip 5 è un diffusore dal suono eccezionale. Durante la nostra recensione, abbiamo constatato che, sia che si tratti del rapping languido ma tagliente di Mac Miller o dello strumentalismo post-rock degli Explosions in the Sky, il diffusore offre una riproduzione audio di grande chiarezza, con una grande quantità di dettagli e più di un pizzico di dinamismo.

Chiunque non conosca già la qualità audio di JBL rimarrà scioccato dalla chiarezza e dalla musicalità del suono di questo diffusore. L’aumento del volume non ha provocato distorsioni, per cui si può alzare il volume e continuare ad ascoltare a diversi metri di distanza.

Anche se il JBL Flip 5 è un diffusore solido con un suono molto piacevole, il Flip 6 ha una nuova configurazione audio che lo rende ancora migliore.

Durante il test abbiamo ascoltato Little Simz’s Woman e i radiatori hanno pulsato piacevolmente mentre le linee di basso vampiresche rimbalzavano nel mix. Il rap rilassato di Simz suonava chiaro tra gli accordi di pianoforte jazz, mentre la voce laccata di Cleo Soul vantava una qualità ricca e lussureggiante mentre fluttuava sopra il resto della strumentazione.

Abbiamo proseguito con Soft Shock degli Yeah Yeah Yeahs, e la sezione ritmica trainante con la batteria acuta, i synth pulsanti e le bassline martellanti suonavano strette e precise, mentre la voce fluttuante di Karen O aveva una presenza naturale e convincente.

Quando abbiamo alzato il volume di questa traccia al massimo, abbiamo ottenuto alcuni suoni acuti aspri, ma nel complesso, il JBL Flip 6 può raggiungere volumi elevati senza distorsioni. In generale, le prestazioni audio sono calde e ben bilanciate, con un eccellente senso di chiarezza.

Se si desidera un miglioramento significativo del suono, sia il Flip 5 che il Flip 6 dispongono della funzione PartyBoost. Questa funzione consente di accoppiare due diffusori JBL compatibili in stereo o fino a 100 in mono per ottenere un muro di suono. Purtroppo, però, è possibile accoppiare il Flip 6 in stereo solo con un altro Flip 6, ma questo è solo un piccolo inconveniente.

Dal punto di vista delle caratteristiche, non c’è molto altro da dire, e questo è il punto. Sono entrambi diffusori minimali. Non hanno una presa AUX per collegare uno smartphone e non hanno un microfono integrato per effettuare chiamate in vivavoce o attivare Siri e Google Assistant. Sono entrambi una scelta eccellente per chi vuole musica di qualità e nient’altro, o per chi non ama l’idea che l’assistente intelligente, o chiunque altro, possa ascoltare.

JBL FLIP 6 VS JBL FLIP 5: DURATA DELLA BATTERIA E CONNETTIVITÀ

JBL Flip 6 vs JBL Flip 5

I modelli Flip 5 e Flip 6 hanno un’autonomia di 12 ore, che abbiamo trovato accurata durante i test. Inoltre, sono dotati di ricarica rapida USB-C, per cui si ricaricano in circa due ore e mezza.

Il JBL Flip 6 ha subito un aggiornamento del Bluetooth a 5.1 rispetto al 4.2 presente nel Flip 5. L’accoppiamento del diffusore con il nostro iPhone 13 Mini è stato rapido e semplice. Non si sono verificati ritardi o cadute della connettività ed è possibile accoppiarlo con due dispositivi contemporaneamente se si vuole fare il DJ a turno con gli amici.

L’applicazione JBL Portable supporta entrambi i diffusori. Questa applicazione consente di aggiornare il software, attivare e disattivare il tono di feedback, regolare le impostazioni dell’equalizzatore (ci sono cursori per le frequenze basse, medie e alte) e leggere il manuale d’uso. È anche possibile attivare la funzione PartyBoost.

PRENDERE IN CONSIDERAZIONE

JBL Flip 6 vs JBL Flip 5

Sebbene i due altoparlanti siano simili, se state cercando di scegliere tra i due e il denaro non è un problema, spendete 20€ in più per il Flip 6 aggiornato. Grazie alle prestazioni migliorate e all’aggiunta di una protezione contro la polvere, il suono è ottimo e sarà migliore in spiaggia e all’aperto.

D’altra parte, ora che il Flip 5 ha qualche anno, è probabile che si trovino delle ottime offerte. Quindi, se volete un diffusore solido al miglior prezzo, il Flip 5 potrebbe essere la scelta più sensata. Se state pensando di passare al JBL Flip 5, sappiate che le differenze sono minime. Fate l’upgrade se volete portare il vostro diffusore Bluetooth in vacanza e in spiaggia. Altrimenti, risparmiate i vostri soldi.

Se cercate funzioni aggiuntive, come la connettività Wi-Fi, il microfono, l’ingresso AUX per l’ascolto via cavo, la porta di ricarica per il telefono o l’assistente intelligente integrato, cercate altrove. Non le troverete nella gamma Flip di JBL, e forse sarete più adatti a un’opzione di fascia più alta, come Sonos One o Sonos Move.

Se cercate un diffusore da esterno senza fronzoli a un prezzo ancora più basso, ci sono alcune opzioni economiche, come l’Anker Soundcore Flare 2 e l’1MORE Portable BT Speaker.

Altrimenti, non potete sbagliare con il JBL Flip 5 o il JBL Flip 6. Sono entrambi ottimi diffusori portatili da esterno. Sono entrambi eccellenti diffusori portatili da esterno. Hanno un design robusto e minimale, sono facili da usare e offrono un suono incredibile senza una tonnellata di funzioni aggiuntive da gestire. Riproducono semplicemente la musica e la riproducono bene.