Saltar al contenido

Hoover o Rowenta? – Qual è il Miglior Aspirapolvere Senza Fili?

Esistono moltissime aspirapolveri sul mercato nazionale ed internazionale, ognuna di esse con caratteristiche diverse.

Nonostante l’ampio mercato, è innegabile la fama mondiale assunta da due marche principali: Rowenta e Hoover.

L’evoluzione tecnologica negli anni ha portato, ad oggi, ad avere una delle caratteristiche più importanti e degne di nota: l’assenza di fastidiosissimi cavi ingarbugliati.

Differenze: Hoover vs Rowenta

Facendo una cernita delle qualità più apprezzate delle due marche, possiamo mettere a confronto le più amate case produttrici di aspirapolveri.

La Hoover è un’impresa che nasce un secolo fa a Londra e che inizia a produrre battitappeti elettrici fino ad arrivare alla fatidica data del 1946, anno di produzione del primo aspirapolvere a traino. “Hoover”, poi, è anche il nome inglese per indicare le aspirapolveri: questo ci dice già molto su come il termine sia facilmente associato e associabile ad uno degli elettrodomestici più innovativi di sempre.

D’altro canto, Rowenta ha un altrettanto dignitoso passato: nasce ufficialmente nel 1909 e crea i primi ferri da stiro – altra invenzione molto innovativa per l’epoca – ed è un’azienda che possiede una vasta esperienza in altri tipi di elettrodomestici (macchine da caffè, bollitori elettrici, etc.) arrivando solo nel 1974 alla produzione di aspirapolveri.

Tornando ad Hoover, bisogna sottolineare anche come quest’ultima possieda un’estesa gamma di aspirapolveri.

Assortimento di modelli

Di contro, bisogna anche evidenziare un fattore importante: ovvero, che Rowenta possiede un vasto assortimento di modelli più versatili e flessibili.

Questi modelli utilizzano, cioè, la “Tecnologia Flex”, ideale per poter raggiungere con facilità e profondità aree molto basse, difficilmente raggiungibili altrimenti, – come fessure dei mobili, dei divani e poltrone – abolendo eccessivi piegamenti, evitando, quindi, di sforzare gambe e schiena per rendere il metodo di pulizia più comodo ed efficace.

Materiali

Altro fattore degno di essere annoverato è che, a nostro giudizio, i materiali impiegati da Rowenta per quanto riguarda la gamma non-basic – quindi di più alta qualità – sia decisamente superiore.

Ad esempio la presenza delle luci al LED che permettono di godere di una maggiore visibilità anche nei punti meno illuminati e quindi accessibili, oppure il nuovo e potente motore digitale che aumenta nettamente la potenza di aspirazione.

Autonomia

Per quanto riguarda l’autonomia, visto che stiamo parlando di aspirapolveri senza cavo, ci si potrebbe porre una domanda più che lecita: durerà? Entrambe le marche utilizzano batterie agli ioni di litio.

Nonostante questo c’è una sostanziale differenza da sottolineare: a differenza delle aspirapolveri Rowenta – la cui autonomia è stimata a 35 minuti circa – il marchio Hoover dispone praticamente del doppio della ricarica, presentando un’elevata autonomia in confronto alla controparte (parliamo di ben 60 minuti!).

Tutto questo rende molto più facile la pulizia della casa, evitando spiacevoli intoppi e il rischio di doversi fermare a metà lavoro per dover, poi, attendere diverse ore prima di avere la possibilità di riutilizzare l’elettrodomestico.

Prezzo

Altro elemento molto versatile è il prezzo: chiaramente è possibile trovare modelli più economici per entrambi i marchi, sebbene sia importante mettere in luce che, per quanto riguarda i modelli di fascia medio-alta, il marchio Rowenta sembra avere dei prezzi più elevati, quindi non propriamente alla portata di tutte le tasche.

Similitudini: Hoover o Rowenta

Dopo aver discusso delle differenze tra i due marchi, è opportuno parlare degli elementi che accomunano le due case produttrici.

Leggerezza

Partiamo ad analizzare il fattore leggerezza. Tutte e due i marchi producono delle aspirapolveri che presentano leggerezza e che, di conseguenza, garantiscono un’alta portabilità per poter garantire una pulizia rapida e facile, arrivando a pulire attorno al mobile e superare gli ostali presenti in casa.

Stiamo parlando gli innovativi sistemi “Easy driving” che permettono di toccare le superfici più ostiche con una semplice rotazione del polso!

Rumore

Proseguiamo poi ad esaminare un fattore altrettanto importante: il rumore. Questo, infatti, varia da modello a modello per entrambe le case produttrici.

I modelli di fascia medio-alta sono sicuramente quelli estremamente silenziosi, con prestazioni di gran lunga più elevate che le rendono fino a 2 -3 volte più silenziose rispetto ai modelli di fascia più bassa.

Potenza di aspirazione

La potenza di aspirazione è altra componente importante che tende a cambiare – e, ovviamente, ad accrescersi – in base alle diverse tipologie di prodotto considerate.

Si può arrivare a raggiungere elevati voltaggi, tanto che alcune versioni possono arrivare ad essere 2 – 3 volte più potenti rispetto alle altre tipologie appartenenti alle collezioni più economiche, per permettere l’aspirazione di ogni tipo di sporco, anche quello più ostinato.

Batterie

Come detto in precedenza, per quanto concerne la ricarica entrambe le case produttrici utilizzano batterie a litio che garantiscono elevate performance.

In questa maniera si assicura, inoltre, sia un’elevata autonomia che tempi dimezzati di ricarica completa (tempi di ricarica che possono aggirarsi, in media, tra le 3 – 4 ore).

Aspirapolveri senza cavo

Abbiamo analizzato i parametri delle due marche a livello generale. Adesso andremo ad analizzare due tipi specifici per singolo marchio.

Iniziamo con due modelli molto famosi della Rowenta:

RH9292 Air Force 460 Flex ed RH9046 Air Force 360 Max

Le caratteristiche principali di Rowenta RH9292 Air Force 460 Flex sono molteplici: iniziando dal tubo flessibile – che consente di arrivare in ogni angolo della casa e 5 volte più a fondo, raggiungendo superfici più ostinate-, proseguendo con una grande quantità di accessori che possono essere impiegati a seconda della superficie da pulire. Tra di essi, c’è da annoverare il kit animal care, utile per rimuovere i peli dei nostri amici animali senza danneggiare tessuti.

Tra le qualità principali di Rowenta RH9046 Air Force 360 Max troviamo: un motore powerboost, con la possibilità di settare due diversi modelli di potenza (standard e turbo), l’innovativa tecnologia ciclonica con elevato livello di separazione di aria e polvere per prestazioni di lunga durata ed, infine, una batteria che permette l’autonomia di 30 minuti.

Il design leggero permette di poter manovrare l’aspirapolvere senza troppi problemi e il suo uso è facilitato dalla presenza delle luci a LED nella spazzola motorizzata. Senza dimenticare che anche questo elettrodomestico possiede una vasta gamma di accessori.

Passando ad altri due modelli molto famosi della controparte Hoover analizzeremo:

Hoover H-FREE 500 ed Hoover Freedom FD22G

La tipologia Hoover H-FREE 500 ha il vantaggio di essere ultra compatta: solo 69 cm di altezza, cosa che consente di riporla facilmente anche nello spazio più angusto della casa. Nello stesso modo in cui viene riposta può essere trascinata. Ha un motore brushless h-lab, cosa che rende le sue prestazioni assolutamente non inferiori a quelle di una qualsiasi aspirapolvere dotata di cavo.

C’è la possibilità di connettersi al wi-fi di casa, questo consente di ricevere costanti consigli sullo stato dell’elettrodomestico e avvisa in caso di necessità di manutenzione. È ultra leggera (pesa solo 1,5 kg!), confermando la facilità con cui può essere trasportata ed, infine, ha un’autonomia di ben 40 minuti!

La sorella più economia, Hoover Freedom FD22G, non è certo da meno: anch’essa può essere trasportata con una certa facilità, presenta un’autonomia lievemente inferiore (25 minuti), ma possiede una turbo spazzola integrata che fa sì che le sue prestazioni non vengano mai. Anche questa tipologia è completa di accessori, nonostante si tratti di un modello piuttosto “basic”.

Altri aspirapolvere senza fili

Conclusioni Hoover vs Rowenta

Dopo aver analizzato minuziosamente le qualità e i (pochi) difetti di entrambe le marche, possiamo facilmente trarre le nostre conclusioni.

Se si è in cerca di un ottimo prodotto che possa equilibrare in maniera eccellente qualità e prezzo, consigliamo senza alcun indugio di acquistare un’aspirapolvere della gamma Hoover, che non delude mai.

Tuttavia, se si ha la possibilità di accedere ad una gamma medio – alta suggeriamo caldamente di approfittare dei vantaggi indiscutibili che offrono i modelli delle aspirapolveri Rowenta, i quali primeggiano, soprattutto, grazie alla tecnologia Flex.