Saltar al contenido

AirPods Max vs Sony WH-1000XM4 vs Bose 700 – Il Miglior Auricolare Bluetooth?

Signore e signori, abbiamo un nuovo concorrente per il titolo di migliori cuffie a cancellazione di rumore: le Apple AirPods Max. Dopo mesi, anzi anni, di speculazioni, Apple ha finalmente lanciato il suo primo paio di cuffie over-ear alla fine dello scorso anno. E rispetto alla concorrenza attuale, sono molto costose. Ma questo prezzo è giustificato? Come si impilano contro i migliori rivali attualmente in offerta?

Per scoprirlo, li abbiamo messi contro due delle migliori coppie di cuffie wireless over-ear a cancellazione di rumore sul mercato: la Sony WH-1000XM4 e la Bose Noise Cancelling Headphones 700.

Abbiamo coperto tutti i punti principali da considerare – prezzo, design, caratteristiche e naturalmente qualità del suono – per aiutarti a decidere quale coppia è giusta per te. Pronti? Cominciamo:

AirPods Max vs Sony XM4 vs Bose 700: durata della batteria

AirPods Max vs Sony WH-1000XM4 vs Bose 700

Per le AirPods Max, Apple stabilisce un tempo di esecuzione di «fino a 20 ore» con entrambe le cancellazioni del rumore e l’audio spaziale (la tecnologia di elaborazione audio immersiva di Apple) abilitate. Dal nostro tempo con le cuffie, pensiamo che sia una stima conservativa e non possiamo immaginare che qualcuno sia deluso dalla durata della batteria.

Le cuffie Bose 700 vantano anche una durata della batteria di 20 ore con Bluetooth e cancellazione del rumore attivati. Di nuovo, decente.

Tuttavia, il Sony WH-1000XM dura circa 30 ore (o 38 ore se si spegne la cancellazione del rumore), che è molto impressionante.

Uscire in fretta? La funzione di ricarica rapida delle lattine Bose restituisce 3,5 ore da una carica di 15 minuti. Rispettabile, ma Sony ti farà uscire dalla porta più velocemente – le WH-1000XM4 forniscono 5 ore di gioco da soli 10 minuti di carica. E Apple? Un’ora e mezza di riproduzione da soli 5 minuti di carica.

Sembra una vittoria per Sony in questo round.

AirPods Max vs Sony XM4 vs Bose 700: design

Gli AirPods Max, con le loro cinque opzioni di colore (grigio spazio, argento, blu cielo, verde e rosa), sono senza dubbio i più accattivanti dei tre. Ma le loro fioriture di design vanno oltre una bella verniciatura.

I cuscinetti in memory foam sono abbastanza comodi da essere indossati per ore, e l’archetto regolabile è adatto anche per sessioni di ascolto che durano tutto il giorno. I padiglioni auricolari si collegano utilizzando magneti, quindi dovrebbe essere facile da rimuovere e riattaccare – comodo per riporre in borsa quando non in uso.

Una stranezza del design è che sono controllati tramite la Digital Crown di Apple, un quadrante visto per la prima volta sull’Apple Watch. Questo permette di modificare il volume, controllare la riproduzione e chiamare Siri. È piacevole da usare, anche se inizialmente un po’ facile da battere involontariamente.

Tutto sommato, la costruzione e il design degli AirPods Max è innegabilmente Apple al suo meglio. Non c’è dubbio che queste siano le più premium in termini di sensazione e aspetto, giustificando pienamente il loro esborso.

AirPods Max vs Sony WH-1000XM4 vs Bose 700

Naturalmente, gli sforzi di Sony e Bose non sono male sul fronte del design – anche se non possono avvicinarsi al senso generale di qualità di fascia alta che si ottiene dagli AirPods Max.

Le Sony XM4 sembrano quasi identiche ai loro predecessori, le WH-1000XM3, anche se presentano padiglioni leggermente più grandi, una migliore vestibilità e un design modificato che sembra un po’ più senza soluzione di continuità. Grazie ai loro cuscinetti morbidi e alla qualità costruttiva solida come una roccia, sono alcune delle cuffie più comode che abbiamo mai testato. Pensate a un design elegante e sobrio.

Le Bose 700 hanno un design più elegante e sottile che è probabilmente più facile per gli occhi e sembra più premium rispetto alle cuffie XM4. La combinazione di cerniere «invisibili» e un archetto in acciaio inossidabile swooping dà loro il fattore wow, e siamo fan dei controlli touch.

Il Sony XM4 dall’aspetto più tradizionale è disponibile in finiture nere e argento, mentre l’elegante Bose 700 è disponibile in nero, argento e in edizione limitata «Soapstone».

Pronta a pagare per un design e uno stile di altissima qualità? Consegnate i vostri soldi ad Apple.

AirPods Max vs Sony XM4 vs Bose 700: caratteristiche

Come ci si aspetterebbe per il prezzo richiesto, gli AirPods Max non sono a corto di caratteristiche.

Come i modelli Sony e Bose, sono wireless e hanno la cancellazione attiva del rumore. Il chip H1 di Apple è anche a bordo, insieme al suo Adaptive EQ e alle tecnologie audio spaziali.

Apple ha anche progettato il proprio driver dinamico da 40 mm per gli AirPods Max, mentre i nostri amici di Cupertino sostengono che il suo motore con magnete ad anello in neodimio mantiene una distorsione armonica totale inferiore all’uno per cento in tutta la gamma di frequenza – anche a volume massimo. È un’affermazione audace.

Il chip H1 in ciascuno dei padiglioni ha presumibilmente dieci «core» audio capaci di nove miliardi di operazioni al secondo, ed è qui che Apple alimenta le sue tecnologie audio. Adaptive EQ lavora per adattare il suono alla misura e alla tenuta dei cuscinetti auricolari misurando (e regolando) il segnale audio in tempo reale.

C’è anche l’audio spaziale per un palcoscenico immersivo da contenuti registrati in 5.1, 7.1 e Dolby Atmos surround sound, utilizzando il giroscopio e l’accelerometro delle cuffie per tracciare il movimento della testa dell’utente e rimappare il campo audio di conseguenza. E questo funziona a meraviglia: i film su un iPad non hanno mai suonato così bene.

Come un sacco di altre cuffie di questo tipo, c’è anche una modalità di trasparenza, che consente di ascoltare contemporaneamente la musica mentre si sente ancora l’ambiente intorno a voi. E naturalmente Siri è qui per tutte le tue esigenze di assistente vocale.

AirPods Max vs Sony WH-1000XM4 vs Bose 700

L’Audio Sharing permette di condividere l’audio tra due set di AirPods (che siano gli AirPods Max, AirPods Pro o AirPods) su iPhone, iPad, iPod touch o Apple TV 4K. E ancora, come molte altre cuffie, riproducono e mettono in pausa automaticamente l’audio quando vengono rispettivamente posizionate o rimosse dalla testa.

Sono controllati tramite il già citato quadrante di controllo Digital Crown, che funziona bene una volta che si prende confidenza con esso. E vengono con una custodia intelligente (foto sopra) che mette AirPods Max in uno stato di potenza «ultra-bassa» per aiutare a preservare la carica della batteria quando non sono in uso. Sì, assomiglia un po’ a un reggiseno. E no, non ci piace molto neanche – non siamo convinti che faccia davvero un grande lavoro di protezione delle cuffie, che ci colpisce come lavoro numero uno. Suggeriamo di cercare una custodia compatibile di terze parti ad un certo punto.

Ecco le AirPods Max, in poche parole. Ma per non essere superati, la vecchia guardia ha alcuni trucchi piuttosto impressionanti nelle loro maniche.

Le cuffie a cancellazione di rumore di Sony contengono un nuovo processore audio DSEE Extreme che upscala l’audio compresso a una qualità quasi hi-res e utilizza anche l’intelligenza artificiale per analizzare la musica in tempo reale per riprodurre un suono più accurato.

Le Sony hanno anche Speak-to-Chat, che mette automaticamente in pausa la tua musica quando inizi a parlare. Non è perfetto, ma è utile perché significa che non è necessario rimuovere le cuffie per chiacchierare con un collega o un assistente di volo. Le Bose 700 dispongono di una simile «modalità conversazione», ma bisogna premere manualmente un pulsante per attivarla.

Le cuffie Sony hanno anche Adaptive Smart Control, che impara le tue posizioni preferite e regola automaticamente le impostazioni audio di conseguenza. Poi c’è ‘Wearing Detection’, che significa che mettono automaticamente in pausa la musica quando le togli e riprendono la riproduzione quando le metti. La borsa dei trucchi di Sony continua con Atmospheric Pressure Optimiser, anche, che regola il loro suono per l’alta quota – perfetto se ti capita di condurre uno stile di vita jet-setting (difficile durante una pandemia).

Il Bose 700 supporta Amazon Alexa e Google Assistant, ed entrambi possono essere attivati con una pressione del pulsante inferiore sul padiglione destro. Ma la maggior parte delle sue pretese nel reparto delle caratteristiche può essere fatta nel suo sofisticato sistema di cancellazione del rumore, che abbiamo approfondito qui sotto.

Apple offre tutta una serie di funzioni extra che offrono un divertimento extra per tutti… che hanno un iPhone. Siamo chiari: non otterrete davvero il massimo dalle AirPods Max a meno che non siate già utenti Apple. La mancanza di un cavo per le cuffie in dotazione è un po’ frustrante (se non sorprendente), così come il fatto che non funzionano affatto quando sono senza batteria – a differenza dei rivali, non è possibile utilizzarli in modalità passiva. In definitiva, pensiamo di dover chiamare questo un pareggio.

AirPods Max vs Sony XM4 vs Bose 700: cancellazione del rumore

AirPods Max vs Sony WH-1000XM4 vs Bose 700

Tutte e tre le coppie offrono naturalmente la cancellazione del rumore. Naturalmente, è uno dei principali punti di vendita di questo stile di cuffie.

Gli AirPods Max hanno quattro microfoni in ogni tazza dell’orecchio per offrire la cancellazione del rumore – ci sono tre verso l’esterno per rilevare il rumore ambientale e uno all’interno per monitorare il suono che raggiunge l’orecchio dell’ascoltatore

Le Bose 700 sfruttano al meglio il chip di cancellazione del rumore di nuova generazione della Bose, che fornisce 11 gradi di intensità di cancellazione del rumore, che vanno dal pieno isolamento alla trasparenza totale. È possibile scorrere i livelli nel compagno Bose Music App e regolarlo a proprio piacimento. Il 700 utilizza essenzialmente sei microfoni per cancellare il rumore intorno a te, più quattro microfoni per migliorare la chiarezza della tua voce. In breve, la tecnologia funziona brillantemente e aiuta a fornire una qualità di chiamata cristallina, anche. Le prestazioni complessive di cancellazione del rumore sono davvero mozzafiato – e difficili da battere.

Le Sony WH-1000XM4 tengono testa alle Bose, però, grazie al loro avanzato processore di cancellazione del rumore HD QN1, che utilizza uno speciale algoritmo e il Bluetooth System on Chip (SoC) per monitorare l’audio e il rumore ambientale, facendo regolazioni precise 700 volte al secondo per ottimizzare la cancellazione del rumore. E, come con il 700, è possibile regolare l’intensità tramite l’app companion di Sony.

Ma aspetta: le AirPods Max offrono anche un’eccellente cancellazione del rumore. In definitiva, mentre le Sony WH-1000XM4 sembrano essere solo marginalmente meglio a bloccare il rumore costante, coerente (il motore su un aereo, diciamo), le AirPods Max sono solo un tocco migliore a combattere le voci di fondo – qualcosa che è molto più difficile da fare. In definitiva, le mele fanno un ottimo lavoro di limitare quanto rumore esterno lo fa attraverso le orecchie.

Di nuovo, è troppo vicino da chiamare. Ma questa è una buona cosa – tutti e tre sono eccellenti nella cancellazione del rumore.

AirPods Max vs Sony XM4 vs Bose 700: qualità del suono

Naturalmente per noi, questa categoria è la più grande. E – allarme spoiler – siamo stati spazzati via dalle AirPods Max. Portano davvero la qualità del suono per le cuffie senza fili con cancellazione del rumore a un livello completamente nuovo rispetto a Bose e Sony. E ne avevano bisogno, vista la differenza di prezzo. Ma ne vale la pena – è davvero un salto dall’audio wireless all’hi-fi wireless.

E questo è un risultato davvero impressionante. Dopo tutto, sia Sony che Bose sono stati nel gioco della cancellazione del rumore per anni, ogni volta migliorando il suono per libbra che offrono. Il Bose 700 mostra un superbo livello di musicalità e chiarezza, suonando diretto, dinamico e dettagliato.

Detto questo, non possono competere con la profondità dei bassi e il dettaglio offerti dal Sony WH-1000XM4. Le Sony suonano un po’ più composte e sono sicure di sé, incisive ed equilibrate. Anche il loro timing è brillante. Il codec LDAC di Sony permette anche di riprodurre file di qualità superiore in modalità wireless da una sorgente compatibile.

AirPods Max vs Sony WH-1000XM4 vs Bose 700

Ma ascoltando gli Apple AirPods Max, siamo immediatamente entusiasti della resa super-crispinta e spaziosa. C’è un grado di chiarezza ed energia che nemmeno i Sony possono eguagliare, e suonano più coinvolgenti e autentici. Più precisi ed emozionanti, si sentono come un significativo passo avanti in termini di sofisticazione sonora.

Naturalmente, passando dalla musica ai film, le AirPods Max hanno un asso nella manica sotto forma di audio spaziale, che fornisce un’esperienza di suono surround virtuale da contenuti 5.1, 7.1 e persino Dolby Atmos. L’effetto è superbo. La presentazione è aperta, spaziosa e convincente, e l’head-tracking, che assicura che l’audio sia sempre relativo allo schermo quando si muove la testa, è incredibilmente fluido e preciso. Anche tenendo conto della spesa extra, abbiamo un chiaro vincitore.

AirPods Max vs Sony XM4 vs Bose 700: verdetto

Gli AirPods Max sono un paio di cuffie molto allettanti. Sony e Bose hanno consegnato le migliori cuffie over-ear wireless con cancellazione del rumore negli ultimi anni, quindi Apple ha avuto il suo lavoro tagliato entrando in questo mercato. Ma, proprio come pensavamo potesse essere il caso, le AirPods Max hanno più che consegnato.

Se sei un utente di iPhone e sei pronto a pagare un premio per la migliore costruzione, design, caratteristiche e qualità del suono, non guardare oltre le AirPods Max. Offrono tutto quello che abbiamo sperato, e anche di più.

Ma forse la notizia migliore è che il Bose 700 e il pluripremiato Sony XM4 offrono ancora una superba esperienza di cancellazione del rumore senza fili se stai cercando qualcosa di più accessibile, o per coloro che non possiedono un iPhone. Come sempre, la scelta è vostra…