Saltar al contenido

Apple AirPods Pro 2 vs Pro 1 – Vale la pena effettuare l’upgrade?

Finalmente sono arrivati gli AirPods Pro 2 e sono praticamente perfetti. Sono passati tre anni da quando Apple ha scosso il settore degli auricolari wireless con il lancio degli AirPods Pro, e da allora molti desiderano i modelli Pro di seconda generazione, nonostante siano già uno dei migliori auricolari wireless in circolazione.

Annunciati in occasione dell’evento Apple di settembre, gli AirPods Pro 2 hanno fatto centro su tutti i fronti: processore H2 potenziato, comandi touch aggiornati, migliore cancellazione attiva del rumore, maggiore durata della batteria e altro ancora. Anche la custodia degli AirPods Pro è stata aggiornata. Certo, non abbiamo sentito parlare dei tanto vociferati sensori di temperatura corporea e gli steli sono ancora intatti, ma questi nuovi auricolari sono un vero e proprio upgrade.

È arrivato il momento di aggiornarsi? Ci sono diverse differenze tra gli AirPods Pro 2 e gli AirPods Pro, anche se il design può sembrare simile. Se state pensando di provare gli auricolari di seconda generazione, vi illustriamo di seguito le differenze.

Per un’analisi approfondita dei nuovi auricolari wireless di Apple, consultate la nostra recensione degli AirPods Pro 2 (li abbiamo definiti i migliori auricolari wireless di sempre).

AirPods Pro 2 vs. AirPods Pro: Design

Apple AirPods Pro 2 vs Apple AirPods Pro 1

Se avete apprezzato il design degli AirPods Pro, sarete felici di sapere che non sono cambiati. Tuttavia, è possibile aspettarsi alcuni aggiornamenti ai controlli tattili.

Secondo alcune voci, Apple stava lavorando per rendere gli AirPods Pro 2 più piccoli e più simili agli auricolari Beats Studio senza stelo. Tuttavia, gli AirPods Pro 2 sono quasi identici ai loro predecessori. Tuttavia, gli steli presentano alcuni nuovi controlli, grazie ai nuovi Touch Controls. Sebbene sia ancora necessario premere i piccoli steli per riprodurre, mettere in pausa e saltare in avanti o indietro, ora è possibile scorrere verso l’alto o verso il basso per regolare il volume.

Un’ulteriore modifica al design è rappresentata dall’aggiunta della punta auricolare in silicone. Gli AirPods Pro 2 sono ora dotati di una punta auricolare XS, per consentire una migliore aderenza a un maggior numero di persone.

La custodia di ricarica, tuttavia, ha subito una piccola modifica che fa una grande differenza. Il primo è l’aggiunta di un piccolo altoparlante vicino alla parte inferiore, che emette un suono forte quando viene attivato il pulsante Trova, rendendo più facile trovare la custodia smarrita. Inoltre, c’è un nuovo occhiello che consente di agganciare un cordino per evitare che la custodia vada persa.

AirPods Pro 2 vs. AirPods Pro: Audio

La qualità, il bilanciamento e la chiarezza dell’audio degli AirPods Pro sono già buoni, ma gli AirPods Pro 2 mirano a elevare la qualità a un altro livello. Questo grazie a una serie di miglioramenti, in particolare grazie al nuovo processore H2 rispetto all’H1 del modello di ultima generazione.

Il più grande fiore all’occhiello di Apple è che la cancellazione attiva del rumore (ANC) ottiene prestazioni migliori. Più precisamente, «2 volte in più» ANC rispetto agli AirPods Pro. Grazie ai microfoni a cancellazione del rumore e alla presa d’aria posteriore, gli AirPods Pro 2 sono in grado di rilevare i suoni in ingresso e di ridurne il volume.

Anche l’Adaptive Transparency riceve un aggiornamento negli AirPods Pro, in quanto riduce automaticamente il rumore dei suoni forti in arrivo, come le sirene o i lavori di costruzione. Il funzionamento è continuo e la riduzione del rumore avviene 48.000 volte al secondo.

C’è anche l’audio spaziale personalizzato e l’equalizzazione adattiva, ma quest’ultima non è una novità rispetto agli AirPods Pro originali che vantano la stessa caratteristica. Naturalmente, tutto ciò potrebbe funzionare meglio sugli auricolari di seconda generazione con il nuovo processore H2, ma questo lo scopriremo quando li avremo tra le mani.

Apple AirPods Pro 2 vs Pro 1

Per quanto riguarda il primo, questo potrebbe potenzialmente cambiare le carte in tavola. «Con iOS 16, è possibile utilizzare la fotocamera TrueDepth dell’iPhone per creare un profilo personale per l’audio spaziale, perché il modo in cui ognuno di noi percepisce il suono è unico e dipende dalle dimensioni e dalla forma della testa e delle orecchie», ha dichiarato Mary-Ann Rau, Senior Engineer del firmware degli AirPods. In altre parole, in base alla forma delle orecchie, gli AirPods Pro 2 garantiranno che l’esperienza sonora sia perfettamente sintonizzata sulle caratteristiche fisiche uniche dell’utente.

A questo proposito, si dice che il chip H2 garantisca una minore distorsione durante la riproduzione, oltre a bassi più profondi e alti più nitidi. Questo grazie al fatto che l’H2 lavora con un nuovo driver e un amplificatore personalizzato.

Per quanto riguarda la custodia di ricarica, ora è compatibile con Find My con Precision Finding grazie al chip U1. Il vostro iPhone sarà in grado di trovare il punto in cui l’avete lasciato l’ultima volta e l’altoparlante emetterà un tono forte per permettervi di scoprire dove si nasconde. Inoltre, l’altoparlante indicherà la ricarica, l’accoppiamento e la batteria
scarica. Si tratta di un enorme passo avanti rispetto alla custodia AirPods Pro, che si limita a caricare gli AirPods e a tenerli al sicuro.

AirPods Pro 2 vs. AirPods Pro: Durata della batteria

Gli AirPods Pro originali avevano una durata della batteria di 4,5 ore. Apple ha esteso la durata della batteria a ben 6 ore. Con la custodia di ricarica si ottengono oltre 30 ore di autonomia, che ne fanno uno degli auricolari wireless più duraturi sul mercato (identico agli AirPods 3, in effetti).

Purtroppo, gli AirPods Pro 2 dipendono ancora dal connettore Lightning. Tuttavia, ora è possibile caricare la custodia tramite un caricatore per Apple Watch, oltre che tramite un caricatore MagSafe o Qi.

Apple AirPods Pro 2 vs Pro 1

Prospettiva

Gli AirPods Pro 2 offrono interessanti miglioramenti rispetto ai loro predecessori e, grazie al chip H2, ai controlli touch migliorati che consentono di scorrere il dito per regolare il volume, a un migliore ANC e a una modalità di trasparenza migliorata, questi auricolari offrono i miglioramenti che molti fan degli AirPods stavano cercando.

Per saperne di più sui nuovi auricolari di Apple, consultate la nostra recensione
degli AirPods Pro 2. E restate sintonizzati per un confronto aggiornato.