Saltar al contenido

Bose Noise Cancelling Headphones 700 Vs Sony WH-1000XM4 – Il Miglior Auricolare Bluetooth?

La battaglia dei titani ANC è ufficialmente iniziata, dato che il Sony WH-1000xM4 ha finalmente lanciato il suo mirino sul campione di lunga data, il Bose 700.

Tra la loro cancellazione del rumore d’elite, il suono stellare, le modalità di ascolto adattive, le forti prestazioni wireless e i prezzi costosi, il Bose 700 e il Sony WH-1000xM4 hanno molto più in comune di quanto si possa pensare. Tuttavia, a seconda delle tue priorità, è probabile che tu scelga uno piuttosto che l’altro.

Dopo una settimana di test, abbiamo messo queste due lattine di fascia alta l’una contro l’altra per vedere quale prende il titolo di migliori cuffie a cancellazione di rumore. Ecco la nostra ripartizione completa tra Bose 700 e Sony WH-1000xM4.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Design

Bose Noise Cancelling Headphones 700 Vs Sony WH-1000XM4

Queste sono due cuffie attraenti e di lusso che troverete seduti in prima classe o intorno al collo della vostra celebrità preferita. chic come ogni coppia sembra, devo dare il bordo al Bose 700 per il suo fascino ultramoderno, evidenziato da un bellissimo design unibody ed estetica elegante.

Anche se ha la maggior parte degli stessi materiali e la stessa silhouette delle WH-1000xM3, le nuove cuffie di Sony mantengono il design elegante e sofisticato della serie Mark. L’accogliente e raffinata pelle usata per l’archetto e i padiglioni auricolari è felpata, mentre la finitura opaca gommata è un enorme passo avanti rispetto alla costruzione in plastica del modello precedente. Anche alcuni dei dettagli più fini risaltano, compresi gli accenti di rame, i loghi Sony in rilievo e il numero di modello inciso al laser situato sopra ogni estensore.

Per quanto riguarda il comfort e la vestibilità, le Bose 700 e WH-1000xM4 sono al top della loro classe. L’imbottitura del padiglione auricolare di ogni modello si sente soffice e riposa in modo rilassante sulle orecchie senza applicare una pressione indesiderata. Entrambi si sentono anche incredibilmente leggero per cuffie a cancellazione di rumore, anche se il WH-1000xM4 è il più ampio dei due.

Cominciamo con il corpo, che sembra essere stato modellato interamente da un pezzo di metallo. Ad un’ulteriore ispezione, si noti come non ci sia una sola vite, né alcuna cucitura di filettatura esposta. Anche gli archi sotto il padiglione e gli estensori integrati sono dettagli sorprendenti, questi ultimi funzionano su un sistema di tracciamento per regolare facilmente la lunghezza. Amiamo anche le molteplici varianti di colore che Bose ha rilasciato dal lancio, in particolare la versione Black and Copper che rimane un’esclusiva Apple.com. Il Bose 700 è una bellezza degna di tutta l’attenzione nella stanza.

La forza dei morsetti è più evidente sul Bose 700, con l’archetto che fa pressione sul cranio per causare un leggero disagio, ma è solo un problema quando viene indossato dopo le 3 ore. Ho preferito l’archetto più sottile e morbido delle WH-1000xM4 per l’ascolto a lungo termine, insieme ai suoi ritagli più ampi per i padiglioni auricolari che garantiscono spazio extra per le orecchie più grandi e la ventilazione per prevenire l’accumulo di umidità.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Controlli

Bose Noise Cancelling Headphones 700 Vs Sony WH-1000XM4

Ogni coppia di lattine viene fornito con controlli fisici e touch, più il rilevamento on-ear per consentire di mettere in pausa la musica quando si toglie le cuffie e riprendere il gioco quando li mette di nuovo sulla testa. Quale noise-canceller fa questo trio il più servizio? Il WH-1000xM4.

I controlli touch erano già impeccabili sul WH-1000xM3, il che significa che tutto quello che Sony ha dovuto fare è stato trasferirli. I pannelli tattili sono operatori lisci che rendono la riproduzione, il volume e le chiamate telefoniche un gioco da ragazzi, grazie ai gesti reattivi di tocco e scorrimento. Attivare le modalità di ascolto (ANC, Ambient) o l’assistente digitale è anche semplice, a seconda di come si mappa lo schema di controllo. Gli utenti possono assegnare alcuni comandi al pannello touch o al pulsante Custom situato dietro il padiglione sinistro. Ma sono le funzioni meno conosciute che brillano sul WH-1000xM4 come Quick Attention e Speak-to-Chat, che, rispettivamente, mettono in pausa la musica quando si mette la mano sul padiglione destro o quando si parla ad alta voce.

Bose ha il suo set di controlli intuitivi con cui lavorare. Il suo sistema microfonico dimostra un riconoscimento vocale superiore e dà al Bose 700 migliori prestazioni di assistente digitale. Ciascuno dei pulsanti produce anche una grande tattilità. I gesti di tocco e scorrimento sono reattivi per la maggior parte, ma è possibile eseguirli solo sul padiglione destro. Il pannello touch è anche più piccolo, e l’estensore incorporato spesso si mette in mezzo quando si eseguono certi gesti di slide.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Qualità audio

Bose e Sony sono responsabili di alcune delle cuffie meglio suonanti della categoria, ma la WH-1000xM4 è una bestia diversa. I mostruosi driver da 40 mm di Sony e il QN1 sono un tag team dominante che aiuta a fornire un suono forte, vibrante e dettagliato; senza distorsione. La cosa migliore è che la firma predefinita del WH-1000xM4 suona benissimo così com’è, anche se è possibile sintonizzarla con l’app companion (ne parleremo più avanti).

Per testare il basso ridicolmente potente del WH-1000xM4, ho tirato fuori «Poison» di Bell Biv DeVoe, che mi ha messo in una trance di testa con la sua contagiosa produzione rat-a-tat. La bassline jazz-throbbing e la soave armonizzazione non si scontrano, né quest’ultima si perde nel paesaggio sonoro ritmico-pompante. È stato anche gratificante sentire il WH-1000xM4 riprodurre la batteria martellante e gli effetti di rullante su «Gett Off» di Prince senza mascherare la voce disinvolta del cantante.

Sony ha anche aggiunto il supporto per la sua piattaforma 360 Reality Audio che funziona con diversi servizi di streaming ad alta risoluzione (ad esempio Deezer, Tidal) per creare un paesaggio sonoro spaziale. Avendo testato la funzione in passato, posso dire che offre un’esperienza unica che rende la maggior parte delle sessioni di ascolto come concerti privati. Si ottiene una prova gratuita con l’acquisto, ma una volta che finisce, è necessario avere un abbonamento premium per il servizio di streaming scelto.

Sono anche un fan della qualità del suono del Bose 700, che è per lo più caldo e offre risultati equilibrati. Solo non aspettatevi lo stesso livello di bassi da far rizzare i capelli che il WH-1000xM4 pompa. Le voci pulite e gli allettanti fiati di «September» degli Earth, Wind & Fire erano piacevoli da ascoltare, anche se la risposta dei bassi non mi ha lasciato a bocca aperta. Questo è stato attribuito principalmente ai livelli di volume addomesticati, che hanno diminuito la presenza assertiva delle percussioni e dei bassi del disco.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Cancellazione attiva del rumore

Bose Noise Cancelling Headphones 700 Vs Sony WH-1000XM4

Chiamare queste due cuffie ANC powerhouses sarebbe un eufemismo. Sono facilmente le prime due della loro classe. Per quanto il WH-1000xM4 sia un magnifico silenziatore di suoni, questa è una categoria che il Bose 700 si rifiuta di perdere.

Sotto l’ingegnoso design del Bose 700 c’è un sistema adattivo a otto microfoni. Sei di questi microfoni sono utilizzati per cancellare elevate quantità di suono ambientale e lo fanno in modo superbo. Bose ha sviluppato algoritmi più intelligenti, insieme a 10 livelli di cancellazione del rumore che possono essere regolati per controllare la quantità di rumore che entra nel soundstage. È una combinazione vincente che rende inesistenti i suoni comuni come i campanelli e i colleghi rumorosi, mentre mette a tacere i rumori ad alta frequenza come i bambini che piangono e le sirene della polizia. Avendo volato con queste cuffie in passato, posso attestare quanto bene ANC esegue su voli; rumori droning motore diventano un ripensamento.

Il salto nelle prestazioni ANC dal WH-1000xM3 al WH-1000xM4 non è gigantesco. Per fortuna, molto poco ha dovuto cambiare, dato che le semplici modifiche implementate da Sony sono state sufficienti per dare al Bose 700 una corsa per i suoi soldi. La tecnologia Dual Noise Sensor di Sony, il processore HD Noise Canceling Processor QN1 e due microfoni feedforward lavorano insieme per far sì che anche le distrazioni più rumorose suonino come dei piccoli capricci. Per buona misura, Sony ha anche aggiunto un ottimizzatore di cancellazione del rumore che regola automaticamente ANC al vostro ambiente per la massima riduzione del rumore; funziona sorprendentemente bene.

Nonostante non sia stato in grado di testare le cuffie Sony in volo, l’ho fatto in più impostazioni per analizzare la qualità ANC. I risultati sono stati fantastici. All’interno, il WH-1000xM4 è stato in grado di bloccare i rumori domestici come i televisori ad alto volume, i fax e i timer dei dispositivi di cottura intelligenti. Ho sentito a malapena le auto che sfrecciavano lungo la strada o i camion della nettezza urbana che raccoglievano la spazzatura sul prato davanti casa. Nel complesso, le cuffie fanno un lavoro eccezionale che filtra i rumori indesiderati, anche se il Bose 700 si comporta leggermente meglio contro i suoni ad alta frequenza.

Il Bose 700 e il WH-1000xM4 hanno le loro modalità di ascolto ambientale. Ognuno di essi è ben progettato e fornisce una grande consapevolezza dei dintorni senza dover togliere le cuffie. Ho un debole per la modalità ambientale del WH-1000xM4 poiché offre 20 livelli di suono ambientale e raccoglie i minimi dettagli, mentre amplifica il suono per identificare i rumori specifici intorno a te.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: App e caratteristiche speciali

Sony vince solo sulla varietà. L’app Sony Headphones Connect è carica di opzioni di personalizzazione del suono che migliorano l’esperienza di ascolto in più modi. Cominciamo con l’equalizzazione, che può essere regolata per creare il proprio profilo sonoro o scambiato per uno dei diversi preset preprogrammati che si prestano bene a più generi musicali. È anche possibile attivare la funzione DSEE Extreme che ingrandisce i file musicali digitali compressi per ascoltare le registrazioni nel modo in cui sono state pensate per essere ascoltate.

L’app Sony Headphones Connect è più pulita e organizzata rispetto alla versione precedente, quindi sarà più facile navigare e individuare funzioni speciali come NC Optimizer e Ambient Sound Control. Fatevi strada verso la scheda Sistema e notate i molti controlli toggle, tra cui alcuni per gli aggiornamenti automatici del software, il rilevamento on-ear e la funzionalità del pannello touch solo per citarne alcuni.

Il WH-1000xM4 ha anche più opzioni di connettività, tra cui Bluetooth 5.0, NFC e Android Fast Pair, che accoppia istantaneamente le lattine e raddoppia come una funzione Find My Headphones; suona un suono attraverso le cuffie per localizzarle. Tutti loro rendono la connessione al tuo smartphone senza soluzione di continuità, soprattutto NFC, che abilita automaticamente il Bluetooth sul tuo dispositivo Android compatibile e accoppia le cuffie quando posizionato sulla parte superiore del padiglione destro.

Una nuova caratteristica aggiunta al WH-1000xM4 che è disponibile sul Bose 700 è la tecnologia multipoint, in modo da poter abbinare le cuffie a due dispositivi allo stesso tempo. Il Bose 700 permette fino a tre dispositivi contemporaneamente. È una caratteristica sottovalutata che rende il passaggio tra lo smartphone e il computer portatile un compito senza sforzo. Lo preferisco sul WH-1000xM4 per due motivi: è meno buggato e l’app Connect ti mostra direttamente sulla homescreen quali due dispositivi sono collegati.

Bose Music non è neanche lontanamente così estesa come l’app di Sony. Permette di regolare la cancellazione del rumore e salvare tre livelli ANC che è possibile ciclare attraverso direttamente sulle cuffie, insieme a controlli toggle, aggiornamenti del firmware e una funzione Auto-Off per mettere le cuffie in modalità sleep quando inattivo per una certa quantità di tempo. C’è anche una modalità Self Voice che aumenterà/diminuirà il volume della tua voce sulle chiamate telefoniche.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Qualità delle chiamate

Bose Noise Cancelling Headphones 700 Vs Sony WH-1000XM4

Il Bose 700 è il nostro auricolare preferito nella categoria per molteplici ragioni. Il suo sistema microfonico avanzato non solo rende la voce dell’oratore forte e chiara durante le chat, ma fa anche un fantastico lavoro di filtraggio dei rumori indesiderati. Lo sto usando come le mie cuffie da lavoro da quando è iniziata la pandemia e continuo a ricevere un ottimo feedback durante le sessioni di Skype; amici e colleghi menzionano sempre come suono nitido. La resistenza al vento è un’altra caratteristica chiave che viene trascurata, poiché queste cuffie si comportano molto bene in condizioni rafficate.

La qualità delle chiamate è stata il peggior attributo della serie Mark, e molto poco è cambiato sull’ultimo modello. Precise Voice Pickup e i microfoni di Sony sono ottimi per Siri e Google Assistant, ma non così tanto quando si usa WH-1000xM4 per le telefonate. La chiarezza rimane il problema; la mia fidanzata ha menzionato quanto fossi ovattato nelle chiamate. Inoltre, le voci dall’altra parte non sono molto forti, il che significa che dovrete fare e rispondere alle chiamate in ambienti tranquilli per impegnarvi in conversazioni udibili.

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Durata della batteria

Il WH-1000xM4 vince con quasi 30 ore di riproduzione in modalità ANC, 38 ore con la funzione disattivata. Ho testato le cuffie per 3 ore al giorno durante una settimana e devo ancora sbrogliare il cavo di ricarica USB-C in dotazione. Temevo che indulgere nelle molteplici funzioni delle cuffie avrebbe scaricato la batteria velocemente, ma non è stato il caso. Coloro che dimenticano costantemente di ricaricare le cuffie saranno anche estasiati di sentire che il WH-1000xM4 può generare 5 ore di riproduzione con una carica di 10 minuti (questo richiede un adattatore CA da 1,5 A o più).

Bose ha lasciato inalterata la durata della batteria nel passaggio dal QuietComfort 35 II al 700. Ciò significa che ti viene dato solo un massimo di 20 ore con ANC su (e non si può spegnere). È una quantità adeguata per mantenere qualsiasi frequent flyer intrattenuto da e per la loro destinazione, anche se a seconda di quale parte del mondo sono diretti, sarà necessario fare affidamento pesantemente sulla ricarica rapida (15 minuti per un massimo di 3,5 ore) per ottenere qualche tempo di gioco esteso sulla corsa Uber casa.

Bose sa che ha perso la palla in questo settore, motivo per cui ha deciso di rilasciare una custodia di ricarica per le cuffie per dare agli utenti 40 ore aggiuntive. In questo momento, è più conveniente acquistare la custodia come parte di un bundle che separatamente, ma il fatto di dover spendere di più per l’alimentazione portatile per guadagnare più tempo di gioco non è bello.

Bose Noise Cancelling Headphones 700 Vs Sony WH-1000XM4

Bose 700 vs Sony WH-1000xM4: Verdetto

C’è un nuovo sceriffo che cancella il rumore in città, ed è il Sony WH-1000xM4. Non ci sono voluti molti aggiornamenti per Sony per vincere questa battaglia, solo quelli giusti. La qualità audio è eccellente. I piccoli, ma progressivi cambiamenti apportati alla tecnologia ANC di Sony fanno la differenza nella neutralizzazione del rumore. E i miglioramenti di base apportati al design, insieme all’aggiunta di più connessioni e caratteristiche wireless, elevano questo noise-canceller sopra tutti gli altri sul mercato.

Ancora, se si desidera la cancellazione del rumore migliore della classe, allora il Bose 700 dovrebbe essere la vostra scelta go-to. Queste lattine dall’aspetto snello sono progettate per gestire i suoni ambientali attraverso l’intero spettro di frequenza, offrendo un suono incredibile e funzionalità generale.

Allo stesso tempo, la WH-1000xM4 eguaglia la Bose 700 in quasi tutte le categorie e offre molto di più per un prezzo più basso. Ed ecco perché le cuffie Sony sono il nuovo leader della categoria.