Saltar al contenido

Bose QuietComfort 45 Vs Sony WH-1000XM4 – Dove sono le differenze?

Il Bose QuietComfort 45 e Sony WH-1000XM4 attualmente sono due delle migliori cuffie a cancellazione di rumore che i soldi possono comprare, ma solo uno è il vero leader della categoria.

Un anno dal suo lancio e il Sony WH-1000XM4 è ancora considerato da molti critici come il top noise-canceller del mercato. Queste cuffie sono dotate di un suono superiore e una serie di caratteristiche che aumentano l’esperienza di ascolto in modi che non molte cuffie di lusso possono abbinare: ANC quasi impeccabile, durata della batteria più lunga e controlli intelligenti aggiungere al suo valore.

La reputazione di Bose come il re della cancellazione attiva del rumore certamente precede il marchio, e rilasci come il nuovo Bose QuietComfort 45 solo rafforzare quella dichiarazione. Un aggiornamento al popolare QuietComfort 35 II, questo sequel porta meglio ANC, suono e durata della batteria nella piega. La compatibilità con l’app Bose Music estende la funzionalità e lascia la porta aperta per nuove caratteristiche tramite aggiornamento del firmware.

Abbiamo avuto la possibilità di testare entrambi i prodotti nelle ultime settimane e ora è il momento di dichiarare la migliore cuffia ANC complessiva. Quale dei due esce vincitore? La nostra analisi completa di Bose QuietComfort 45 vs. Sony WH-1000xM4 risponderà a questa scottante domanda.

Bose QuietComfort 45 vs. Sony WH-1000XM4: Confronto

Bose QuietComfort 45 Vs Sony WH-1000XM4

Design

Preferiamo l’aspetto lussuoso e la qualità costruttiva del WH-1000XM4. La finitura morbida e gommata e il telaio in plastica più robusto sono miglioramenti graditi per la serie. Amiamo l’odore e la consistenza della finta pelle di Sony. I dettagli di base come gli accenti in rame, i loghi stampati e l’archetto curvo aggiungono fascino. Anche la custodia in tela rigida per riporre le cuffie e gli accessori è più bella di quella del suo concorrente.

Le probabilità di confondere il QuietComfort 45 con il suo predecessore sono incredibilmente alte, dato che molto poco è cambiato tra i design. Quasi tutto è lo stesso, dai materiali (ad esempio, nylon caricato a vetro, pelle sintetica) alla silhouette. Cosa è cambiato? Le cerniere in metallo sono ora posizionate nei punti di rotazione per una maggiore durata. L’imbottitura dell’archetto è rivestita in pelle invece che in pelle scamosciata. Più microfoni sono stati infilati nei padiglioni, come si vede nelle fossette multiple su ogni lato. Infine, il logo non è più in rilievo o riflettente, ma inciso al laser.

Comfort e vestibilità

Bose conosce il comfort così come conoscono la cancellazione del rumore, quindi non è una sorpresa che il QuietComfort 45 sia uno dei capi più piacevoli della categoria. L’imbottitura felpata è delicata sulla pelle e fornisce una certa traspirabilità per limitare l’accumulo di umidità quando si usano le cuffie per diverse ore al giorno. Qualcosa che non ottiene abbastanza credito è l’archetto, che si modella piacevolmente intorno al cranio. Regolare gli estensori su un’impostazione adeguata aiuta a ottimizzare la vestibilità.

Ci piace il livello di comfort fornito dal WH-1000XM4. L’imbottitura si sente come una nuvola sulle orecchie e in cima alla testa, mentre gli estensori raggiungono una lunga lunghezza per ospitare crani più grandi. Sfortunatamente, devono essere impostati una tacca più in basso del vostro livello preferito di comfort per evitare lo slittamento, stabilendo una vestibilità più stretta che può essere faticosa per coloro che hanno una bassa soglia del dolore.

Controlli

Bose QuietComfort 45 Vs Sony WH-1000XM4

Sony ha programmato il WH-1000XM4 con controlli touch, fisici e di rilevamento del movimento. Il trio funziona in modo impeccabile, in particolare i sensori tattili, che registrano e riconoscono accuratamente i gesti di tocco e di scorrimento. Ognuno dei pulsanti produce un forte feedback tattile per garantire che i comandi siano soddisfatti, e la funzione auto-pausa/play è perfetta, ogni volta che si rimuovono o si mettono le cuffie sulla testa.

Sony ha anche aggiunto a questo modello altre due caratteristiche user-friendly. Quick Attention mette in pausa la musica ogni volta che si mette la mano sul padiglione destro e Speak-to-Chat usa i microfoni integrati e l’elaborazione avanzata del segnale per riconoscere la tua voce, mettendo in pausa la musica ogni volta che parli. Entrambe le caratteristiche funzionano eccezionalmente bene. Avrete anche un notevole riconoscimento vocale per eseguire i comandi vocali tramite l’assistenza digitale. Il WH-1000XM4 viene fornito con l’integrazione di Alexa e Google Assistant, il che significa che è possibile utilizzare la rispettiva funzione di wake word («Alexa» o «Hey Google») per attivare i bot AI. Siri e Bixby possono essere attivati anche manualmente.

Bose ha copiato e incollato i controlli del modello precedente sul QuietComfort 45. Tutte le funzioni sono assegnate al modulo a tre pulsanti sul padiglione destro e all’Action Button a sinistra. Non c’è alcun rilevamento on-ear o controlli touch, e ci va bene così, dato che i pulsanti sono reattivi alla pressione. Ma non essere in grado di assegnare l’assistente digitale all’Action Button è una mossa avara. Parlando dell’assistente digitale, otterrete solide prestazioni di Google Assistant, Siri e Bixby per i comandi vocali a mani libere.

Cancellazione attiva del rumore

Il Bose 700 è in cima alla lista delle migliori cuffie wireless per la cancellazione del rumore, ma il QuietComfort 45 non è molto indietro. Nonostante abbia meno microfoni rispetto al 700, questo modello blocca quasi il 90% dei suoni accidentali e minimizza le alte frequenze meglio della maggior parte dei rivali. Distrazioni comuni come pedoni chiassosi e campanelli, insieme a suoni rimbombanti (ad esempio, martelli pneumatici, tosaerba) passeranno inosservati. Rumori più forti come sirene di ambulanza e pianti di bambini non sono completamente annullati, ma qualunque cosa è sentito non sta andando a tirare via da ciò che sta giocando sulle cuffie. Essere in grado di utilizzare ANC in modalità cablata è un altro bonus cool.

Tutte le modifiche apportate da Sony alla sua tecnologia di cancellazione del rumore sono minori, e questo va bene perché il WH-1000XM4 gestisce il rumore ambientale altrettanto bene del suo rivale. I tipici rumori domestici come gli elettrodomestici della cucina, i televisori ad alto volume e il ronzio di un condizionatore non si insinueranno nel paesaggio sonoro. Nemmeno le chiacchiere dei membri della famiglia o dei colleghi fastidiosi. Il WH-1000XM4 viene anche con caratteristiche uniche che rafforzano la cancellazione del rumore. NC Optimizer misura le tue orecchie per creare il miglior ambiente di ascolto possibile in base alle dimensioni della testa e Atmospheric Pressure Optimization regola la pressione in base all’altitudine, che è ideale quando si vola. È solo che il QuietComfort 45 gestisce le frequenze più alte e il vento leggermente meglio.

Sony ha la migliore modalità di trasparenza, dandoti fino a 20 livelli regolabili di suono ambientale sul WH-1000XM4. L’impostazione su un livello alto aumenta la consapevolezza ambientale permettendo agli utenti di sentire chiaramente i rumori. È anche possibile impostare la funzione per concentrarsi sulla voce, che è ottimo per quando si desidera tenere brevi conversazioni con le persone.

Qualità audio

Bose QuietComfort 45 Vs Sony WH-1000XM4

L’audio è soddisfacente su entrambi i set di cuffie, ma la WH-1000XM4 è su un altro livello. Utilizza gli stessi driver da 40 mm come il WH-1000XM3 per offrire un ampio palcoscenico con dettagli che brilla attraverso le prestazioni dei bassi potenti – e questo è solo l’EQ predefinito. È possibile scegliere tra una varietà di preset ben progettati che completano diverse categorie musicali o creare il proprio profilo musicale regolando manualmente le frequenze. Se questo non è abbastanza, allora tieniti pronto per altre meraviglie sonore.

Sony ha scalato il suo algoritmo per l’audio Bluetooth e ha aggiunto il supporto del codec LDAC, che utilizza una combinazione di compressione lossless e lossy per ottenere un audio ad alta risoluzione. Le tecnologie DSEE Extreme e Edge-AI fanno anche parte del pacchetto per migliorare la fedeltà persa sui file compressi digitalmente. Poi c’è la piattaforma audio spaziale di Sony: 360 Reality Audio. È compatibile con alcuni servizi di streaming ad alta risoluzione (ad esempio, Amazon Music, Tidal, Deezer) e porta effetti 3D alla musica, cosa che fa molto bene.

Per quanto riguarda il QuietComfort 45, Bose ha impiegato l’architettura acustica proprietaria TriPort e un Active EQ ottimizzato per il volume per dare alla sua ultima creazione un suono più raffinato. Anche se non è così dinamico o coinvolgente come il WH-1000XM4, il QuietComfort 45 produce un sacco di dettagli e medi nitidi, insieme a un basso incisivo che è meglio bilanciato questa volta. Il palcoscenico può lottare con canzoni con arrangiamenti complessi, ma non è un disastro. La Bose non offre alcuna personalizzazione del suono o audio spaziale. Hanno anche interrotto la piattaforma Bose AR.

App e caratteristiche speciali

Il WH-1000XM4 supera il QuietComfort 45 in caratteristiche quasi 3 a 1 e ha l’app più bella. Sony Headphones Connect è completamente caricato con impostazioni di personalizzazione. Abbiamo già toccato l’EQ con più preset, Ambient Sound Control, DSEE Extreme, NC Optimizer, Quick Attention, Speak-to-Chat e 360 Reality Audio. Aspetta, c’è di più? Assolutamente sì.

Altri elementi degni di nota includono la possibilità di eseguire il backup delle impostazioni delle cuffie, dare priorità alla qualità del suono o alla connessione ed eseguire aggiornamenti automatici del firmware. L’app permette anche di spegnere le cuffie. Un indicatore del livello della batteria, lettore musicale, notifiche vocali e impostazione di spegnimento completano il resto di Sony Headphones Connect.

Ma non sono solo i controlli del suono e le impostazioni utente che rendono il WH-1000XM4 una forza funzionale da riconoscere. C’è anche la connettività. Il WH-1000XM4 è alimentato da Bluetooth 5.0 che fornisce prestazioni wireless stabili e lunghe. Vanta anche la tecnologia NFC per l’accoppiamento senza soluzione di continuità; toccando il padiglione sinistro sul retro di uno smartphone compatibile si stabilisce una connessione. Non dimentichiamo la tecnologia multipoint per collegare le cuffie a due dispositivi contemporaneamente.

Bose QuietComfort 45 Vs Sony WH-1000XM4

La buona notizia per i proprietari di QuietComfort 45 è che useranno Bose Music invece dell’app Bose Connect, presto eliminata. La cattiva notizia è che hanno solo una manciata di vantaggi con cui giocare. Oltre alle funzioni di base (ad esempio, lettore musicale, aggiornamenti del firmware, controlli a levetta), ci sono solo due caratteristiche principali disponibili: Self Voice e SimpleSync. La prima permette agli utenti di regolare il volume con cui si sentono durante le chiamate e la seconda abbina le cuffie a un altoparlante intelligente Bose o a una Soundbar per lo streaming audio privato sui televisori.

Almeno il QuietComfort 45 sfrutta al massimo il Bluetooth 5.1 per ottenere una lunga portata (fino a 50 piedi) e una connettività stabile quando si ascolta Spotify o si salta su chiamate Zoom. È un peccato che Bose abbia rimosso l’NFC dal foglio delle specifiche, qualcosa che molte persone dimenticano era incorporato nel QuietComfort 35 II.

Qualità delle chiamate

La QuietComfort 45 non è la cuffia di punta del marchio per le chiamate, e anche se è un passo indietro rispetto alla QuietComfort 35 II, molti la troveranno ancora una delle migliori cuffie con microfono per le chiamate vocali e video. Le chiamate effettuate all’interno e all’esterno suonano forti e chiare, inoltre l’array di microfoni della Bose fa un solido lavoro di neutralizzazione del rumore di fondo. Vorrai evitare di parlare con persone in condizioni di vento perché i microfoni raccolgono molto vento quando sono in modalità chiamata.

La qualità delle chiamate non ha trattato bene la serie over-ear di Sony, e molto poco è cambiato con le WH-1000XM4. La tecnologia Precise Voice Pickup non è all’altezza della sua fatturazione, poiché i chiamanti si sono spesso lamentati dell’ovatta ogni volta che uscivano all’esterno. Anche la resistenza al vento era debole.

Durata della batteria

Le cuffie Sony offrono alcuni dei più alti tempi di riproduzione ANC e il WH-1000XM4 si colloca in cima a quella lista. Una carica completa equivale a 30 ore con ANC on e 38 ore con ANC off. Stiamo parlando di diverse ore più di qualsiasi paio di cuffie Bose. Una carica rapida genera 5 ore di riproduzione con una carica di 10 minuti, il che è fantastico. Tenete a mente che l’ascolto ad alto volume e l’attivazione di più funzioni in una volta abbasserà i tempi di riproduzione di circa 2 ore.

Bose finalmente ceduto alla pressione e aumentato la durata della batteria, dando il QuietComfort 45 fino a 24 ore di utilizzo con ANC on. Non chiedere quali sono i tempi di ascolto con ANC off, perché non è possibile disattivare la funzione. Per l’azienda, ANC non è mai veramente spento, quindi sarete o in una modalità o l’altra e che si esaurirà il potere rapidamente. La ricarica rapida è potente, con una carica rapida di 15 minuti che ti fa guadagnare fino a 3 ore di tempo di riproduzione, ma meno dobbiamo caricare qualsiasi coppia di cuffie wireless, meglio è.

Bose QuietComfort 45 Vs Sony WH-1000XM4

Vincitore assoluto: Sony WH-1000XM4

Il Sony WH-1000XM4 mantiene il campionato ANC. La qualità audio è imbattibile, con le cuffie che combinano hardware potente con software intuitivo per migliorare la musica, film, podcast e praticamente ogni altro formato multimediale che si può pensare.

La tecnologia di cancellazione del rumore di Sony è competitiva e dà a Bose una corsa per i suoi soldi. Più connessioni e caratteristiche wireless sono anche enormi punti di vendita per i consumatori che apprezzano la funzionalità estesa.

Per quanto il Bose QuietComfort 45 sia impressionante per una nuova uscita, non batte il meglio di Sony, né supera il Bose 700 come cuffie top del marchio. I progressi nella neutralizzazione del rumore e nel suono lo collocano tra le prestazioni d’elite della categoria, però.

L’aumento della durata della batteria è molto apprezzato, concesso che non c’è modo di spegnere l’ANC per preservare l’energia. Se non fosse stato per questo, insieme alla mancanza di funzioni e al calo della qualità delle chiamate, questa battaglia avrebbe potuto essere molto più vicina.