Saltar al contenido

Sony WH-1000XM5 vs Bose NCH 700 – Le migliori cuffie Bluetooth?

Sony ha lanciato l’ultima novità della sua gamma di successo WH-1000X – la WH-1000XM5 – e in questo articolo di confronto analizzeremo, dopo aver testato entrambe le cuffie, il confronto tra queste eccellenti cuffie over-ear a cancellazione attiva del rumore (ANC) e un maestro riconosciuto dell’arte della cancellazione del rumore: le cuffie a cancellazione del rumore 700 di Bose.

Le Bose 700 sono state lanciate nel luglio 2019 e non ci è voluto molto perché questi over-ear wireless si affermassero come una combinazione di qualità del suono ed efficienza di cancellazione del rumore abbastanza simili a quelle di Bose e di un design molto elegante (e, ammettiamolo, piuttosto poco Bose). Per quanto riguarda la riproduzione del suono, le 700 sono sempre state indiscutibilmente competitive e quando si tratta di cancellare il suono del mondo esterno, la riconosciuta esperienza di Bose le rende una delle migliori opzioni in circolazione. Anche tre anni dopo la loro commercializzazione, le NC 700 sono ancora parte della conversazione per quanto riguarda l’eccellenza generale.

La conversazione ha sempre incluso anche un modello WH-1000X di Sony. A partire dalla fine di maggio 2022, sarà la WH-1000XM5 a essere invocata quando si cercherà di stabilire quali siano le migliori cuffie ANC wireless in circolazione in termini di peso – perché, non fraintendetemi, Sony ha perfezionato da tempo l’arte di essere profondamente competitiva in ogni modo significativo. Le XM5 sono superbe, ma valgono la pena di spendere di più?

SONY WH-1000XM5 VS BOSE 700: QUALITÀ DEL SUONO

Sony WH-1000XM5 vs Bose NCH 700

Ovviamente il suono di ciascun paio di cuffie può essere alterato in modo significativo utilizzando l’equalizzazione nelle rispettive applicazioni di controllo, ma comunque ognuno di essi ha una firma sonora fondamentale.

Nel caso delle Bose, si tratta di una versione leggermente tiepida di quello che è diventato noto come il suono Bose. Le 700 suonano in modo incisivo, ma non intimidatorio, e anche se sono innegabilmente attenuate in gamma alta, il suono è ancora un po’ più intenso e brillante. Tuttavia, non sono l’ultima parola in fatto di dinamismo, in quanto consentono alla musica sia tranquilla che ad alto volume di esistere a una sorta di livello mediano.

Le WH-1000XM5, al contrario, sono un ascolto completo e molto vivace. I livelli di dettaglio sono elevati, l’integrazione è buona, la potenza dinamica è ampia e la coerenza del suono Sony è impressionante. Non è la prima volta che una coppia di 1000X si colloca tra le cuffie dal suono migliore a un determinato prezzo.

SONY WH-1000XM5 VS BOSE 700: CONFRONTO ANC

Bose non ha acquisito la sua fama di cancellazione del rumore per caso e le 700 non fanno altro che migliorarla. Il sistema ANC a 11 stadi è esemplare: i suoni esterni vengono eliminati in modo decisivo, lasciandovi liberi di godervi i molti aspetti positivi della qualità audio delle cuffie. E nel trattare i suoni esterni, le 700 non lasciano alcun artefatto, nessun controsegnale e nessun colore del rumore di fondo: semplicemente li escludono.

Con il modello WH-1000XM5, tuttavia, Sony ha colmato il divario ANC tra sé e Bose, riducendolo a una piccola parte. Le XM5 non fanno un lavoro completo sui suoni esterni come le 700 e non lasciano lo stesso silenzio nero come l’inchiostro, ma si avvicinano molto di più di qualsiasi altro paio di over-ear Sony con cancellazione del rumore. E soprattutto, si mettono sulla scia di Bose senza lasciare alcuna traccia del duro lavoro che stanno facendo. Lasciano solo la musica.

SONY WH-1000XM5 VS BOSE 700: DESIGN E CARATTERISTICHE

Sony WH-1000XM5 vs Bose NCH 700

Le Bose Noise Cancelling Headphones 700 sono la cosa più improbabile: un elegante paio di cuffie Bose. Per un’azienda che sembra diffidare del «design» come una sorta di vezzo borghese, le 700 appaiono eleganti e sofisticate anche tre anni dopo il loro lancio. L’archetto sottile con le regolazioni esterne, i padiglioni poco profondi, la finitura abbastanza tattile… tutto è molto gradevole.

Il Bluetooth 5.0 era all’avanguardia nel 2019, quindi non dovremmo criticare il 700 per questo motivo. Le 20 ore di batteria, invece, non lo erano, quindi ci sentiamo legittimati a sottolineare che non è una cifra molto impressionante. Per il resto, però, i 700 sono pienamente competitivi e la loro app di controllo rimane uno dei migliori esempi del genere.

Sony sta percorrendo una linea sottile con il design delle WH-1000XM5: è quella che divide «sofisticato» da «anonimo». Queste cuffie sono a tutti gli effetti prive di funzioni, quindi se vi piace un look pulito e privo di fronzoli vi piaceranno, se invece non vi piacciono non le apprezzerete. L’uso di materiali riciclati per la maggior parte della costruzione è comunque molto apprezzato.

Con il Bluetooth 5.2, un’autonomia compresa tra le 30 e le 40 ore, un’app di controllo eccezionale e la compatibilità con USB-PD (il che significa che è possibile ottenere tre ore di azione dopo soli tre minuti di ricarica), l’XM5 ha sicuramente le carte in regola, dal punto di vista delle funzioni. In definitiva, però, è questa la differenza che fanno tre anni. Sony ha recuperato terreno in termini di design e ha eccelso in altre aree.

SONY WH-1000XM5 VS BOSE 700: CONCLUSIONE

A parità di condizioni, è abbastanza facile consigliare le Sony WH-1000XM5 rispetto alle cuffie Bose Noise Cancelling Headphones 700. Le Sony offrono una migliore durata della batteria, un’app di controllo ancora più approfondita, un suono più animato e convincente e un’ANC a portata di mano rispetto alle Bose (ma, a nostro avviso, non migliore).

Ma le cose non sono tutte uguali. Attualmente la differenza di prezzo tra queste due coppie di cuffie è di 100 euro, una cifra non trascurabile. Certo, le XM5 sono il prodotto migliore sotto molti aspetti, ma la differenza di prezzo è forse maggiore della superiorità di Sony. A meno che il prezzo delle WH-1000XM5 non scenda subito, è lecito chiedersi se valga la pena spendere di più.