Saltar al contenido

Sony WH-1000XM5 – La migliore cuffia bluetooth true wireless?

Sony WH-1000XM5 recensione

Vedi il prezzo!

Scheda tecnica

Architettura cuffie circumaurali chiuse con trasduttore elettrodinamico.
Diaframma fibra di carbonio Trasduttore. Diametro:30 mm
Magnete Neodimio
Cancellazione del rumore attiva, modalità di cattura del suono ambientale
Microfoni 8
Microprocessori processore di cancellazione del rumore HD di Sony QN1, processore integrato di Sony V1
Risposta in frequenza da 4 Hz a 40 kHz (connessione cablata e unità accesa)
Sensibilità 102 dB/mW (connessione cablata con unità accesa), 100 dB/mW (connessione cablata con unità spenta)
Impedenza 48 ohm (connessione cablata con unità accesa), 16 ohm (connessione cablata con unità spenta)
Connettività ricarica tramite connettore USB-C, jack da 3,5 mm
Connettività wireless Bluetooth 5.2, NFC
Profili Bluetooth A2DP, AVRCP, HFP e HSP
Formati audio SBC, AAC e LDAC
Durata della batteria fino a 30 ore (con cancellazione attiva del rumore)
Potenza nominale 21 watt
Peso 250 g

Quando un utente pensa di acquistare delle cuffie a cancellazione del rumore, quelle di Sony compaiono sicuramente nella lista dei candidati. Il produttore giapponese ha una lunga storia di successo in questo mercato, con la gamma WH-1000 come protagonista principale. Se è vero che il design è stato mantenuto nel corso degli anni, con solo piccole modifiche, ogni nuovo modello rilasciato dal produttore ha superato il precedente con miglioramenti nella qualità del suono, nella cancellazione del rumore e nella qualità delle chiamate.

In Italia c’è un detto che recita «se una cosa funziona, non toccarla». Ma quest’anno Sony ha voluto sorprenderci tutti con il nuovo Sony WH-1000XM5. Una decisione coraggiosa ma molto rischiosa, visto il grande successo dei modelli precedenti. Sony ha deciso di rischiare e di riprogettare le sue cuffie in modo piuttosto sorprendente, con cambiamenti molto importanti. Tuttavia, il produttore giapponese si è concentrato su alcuni aspetti fondamentali: mantenere il comfort, migliorare il sistema di cancellazione del rumore, offrire un suono di qualità superiore e migliorare il suono delle chiamate.

Ho avuto la possibilità di testare il nuovo Sony WH-1000XM5 per alcune settimane e in questa recensione vi dirò se il produttore giapponese ha realizzato tutto ciò che si era prefissato. Sony ha «rotto» un dispositivo che era già un grande successo? È riuscita a migliorarlo? Non voglio darvi alcuno spoiler, ma il titolo vi dà già una piccola anticipazione di ciò che ho trovato.

Un design nuovo e di successo

Sony WH-1000XM5 opinioni

Da qualche anno Sony mantiene un design conservativo per le sue cuffie di punta, ma quest’anno ha scelto di apportare alcuni cambiamenti piuttosto significativi. Non che il Sony WH-1000XM5 sia radicalmente diverso dal WH-1000XM4, ma, ad esempio, ora è possibile distinguerli semplicemente guardandoli. Ad esempio, l’archetto del nuovo modello è più stretto rispetto a quello del modello precedente ed è «collegato» alle capsule per mezzo di nuovi «cursori» in ABS che consentono di regolarne abbastanza bene l’ampiezza.

La riduzione delle dimensioni dell’archetto non ha comportato una perdita di comfort. L’archetto è rivestito di un materiale morbido che distribuisce la pressione in modo molto efficiente, rendendo il Sony WH-1000XM5 ancora più confortevole dei suoi predecessori. A questo contribuiscono anche i nuovi cuscinetti in schiuma viscoelastica e pelle sintetica, estremamente morbidi, che sono stati leggermente ridisegnati per adattarsi più comodamente alle orecchie grandi.

Sony continua a fare passi da gigante verso una produzione più responsabile dal punto di vista ambientale. Le cuffie Sony WH-1000XM5 utilizzano materiali plastici riciclati da parti di veicoli, che conferiscono alle cuffie una finitura davvero unica. È una finitura liscia, con una sensazione molto diversa da quella di altre cuffie di fascia alta. Questo materiale rende il WH-1000XM5 ancora più leggero dei suoi predecessori, con un peso di soli 250 grammi. Anche così, non avrete la sensazione di avere a che fare con cuffie fragili.

Come vedremo più avanti, Sony ha optato ancora una volta per il controllo tattile, quindi abbiamo solo due pulsanti fisici sulle cuffie. Si trovano sul padiglione sinistro e il primo serve per accendere e spegnere le cuffie e per attivare la modalità di accoppiamento. Il secondo è riservato all’attivazione e alla disattivazione del sistema di cancellazione del rumore. Almeno questa è l’impostazione predefinita, poiché le altre funzioni possono essere configurate nell’app Sony.

Sempre sul padiglione sinistro si trova la presa jack da 3,5 mm per collegare le cuffie tramite cavo. Sul padiglione destro è presente solo un connettore USB Tipo-C, utilizzato per la ricarica.

Se proprio devo mettere un punto a sfavore di questo nuovo design, è che il Sony WH-1000XM5s non può essere ripiegato. Le capsule sono ripiegate verso l’interno per poter essere riposte nella valigetta, ma non è più possibile ripiegarle completamente in modo da occupare meno spazio. A mio parere, questo è un passo indietro, poiché sarà più difficile inserirli nello zaino o nella borsa.

La decisione di eliminare il design pieghevole è stata probabilmente presa per favorire il sistema di cancellazione del rumore. In questo modo si eliminano parti e spazi vuoti che possono compromettere l’isolamento passivo del dispositivo, molto importante quando si tratta di consentire al sistema di cancellazione attiva di concentrarsi su ciò che è veramente importante. Non è una novità, l’abbiamo già vista in cuffie come le Bose 700 e gli AirPods Max di Apple.

Le cuffie Sony WH-1000XM5 vengono fornite con una bella custodia in cui riporle quando non vengono utilizzate. Si tratta di una custodia di grandi dimensioni che, non potendo essere ripiegata, occupa più spazio, ma Sony ha cercato di adattarla il più possibile alle dimensioni delle cuffie. L’interno è un materiale morbido come il velluto, mentre l’esterno ha una bella finitura in tessuto.

Oltre a una parte imbottita, esattamente dove sono posizionate le capsule, la custodia presenta una piccola rientranza con un coperchio magnetizzato che ci permette di riporre i cavi jack e di ricarica. Una soluzione molto originale che ci permetterà di portare i cavi sempre con noi.

Un’interfaccia touch migliorata e funzioni aggiuntive per tutti i gusti

Sony WH-1000XM5 test

I controlli principali del Sony WH-1000XM5 sono molto simili a quelli dei tre modelli precedenti e utilizzano un pannello touch capacitivo sul padiglione auricolare destro. Tuttavia, il produttore è riuscito a perfezionare questo sistema di controllo, che ora è più preciso di quello visto sul WH-1000XM4.

Se non avete mai usato l’interfaccia tattile di Sony, dovrete leggere il manuale per imparare tutti i gesti, ma la maggior parte di essi è abbastanza intuitiva. Ad esempio, per alzare e abbassare il volume è sufficiente scorrere il dito rispettivamente verso l’alto o verso il basso. Scorrendo in avanti si avanza nella playlist, mentre scorrendo all’indietro si torna al brano precedente. Possiamo anche mettere in pausa o riprendere il brano, attivare l’assistente e molto altro ancora. Quando si imposta per la prima volta il WH-1000XM5 nell’applicazione Sony Headphones, viene visualizzata una breve esercitazione che spiega i gesti dell’interfaccia tattile.

Per il resto, sono tornate tutte le funzioni extra del WH-1000XM4, con alcuni miglioramenti e alcune novità. Ad esempio, è tornata la funzione Speak-to-Chat, che mette automaticamente in pausa la musica se rileva che stiamo parlando. Quando si finisce di parlare, la musica riparte automaticamente dal punto in cui si era interrotta. È una funzione interessante e funziona bene. Grazie ai nuovi microfoni, di cui parleremo più avanti, rileva perfettamente la nostra voce. Tuttavia, se vi piace cantare ad alta voce mentre ascoltate la musica, ad esempio, è meglio disattivarla.

È disponibile anche una modalità di attenzione rapida, che consente di abbassare il volume della musica al minimo e di attivare l’ascolto dell’ambiente circostante semplicemente mettendo la mano sull’auricolare destro. È presente anche una funzione di controllo del suono adattivo, che rileva i luoghi più frequentati e li registra, consentendo di creare profili sonori personalizzati che si attivano automaticamente quando ci si trova in quei luoghi.

Il Sony WH-1000XM5 supporta anche Google Fast Pair, un sistema che consente una connessione rapida ai dispositivi Android. Sono inoltre dotati di Spotify Tap, una funzione che consente di personalizzare il pulsante NC/Ambient per riprendere la riproduzione del servizio musicale assegnando le funzioni a un doppio o triplo tocco (è necessario che l’app Spotify sia aperta, altrimenti non sarà in grado di ascoltare).

Tutte le funzioni di cui sopra possono essere controllate tramite l’app Sony Headphones. Inoltre, offre un piccolo equalizzatore per adattare il profilo sonoro del WH-1000XM5 ai propri gusti, con varie modalità preimpostate e la possibilità di salvare le proprie impostazioni. Dall’app possiamo anche configurare 360 Reality Audio, analizzando le nostre orecchie e creando il profilo ideale per le nostre orecchie.

Altre funzioni presenti nell’applicazione sono l’attivazione e la disattivazione del sistema DSEE Extreme, di cui parleremo più avanti, l’attivazione/disattivazione della funzione che permette di collegare le cuffie a due dispositivi contemporaneamente, la possibilità di attivare/disattivare lo spegnimento automatico (la musica si interrompe quando le cuffie vengono rimosse), la configurazione della lingua delle notifiche vocali, la configurazione del download degli aggiornamenti e alcune altre cose.

Infine, il Sony WH-1000XM5 è anche compatibile con i più diffusi assistenti vocali, che sono integrati. In questo modo, possiamo inviare comandi vocali sia a Google Assistant che ad Alexa semplicemente attivandoli con le rispettive parole di attivazione.

La cancellazione del rumore sale di una tacca per mantenere il dominio di Sony

recensione Sony WH-1000XM5

La tecnologia di cancellazione del rumore di Sony ci ha sempre sorpreso negli ultimi anni. Ma Sony sostiene che con il modello WH-1000XM5 ha alzato il livello, offrendo la migliore cancellazione del rumore sul mercato. Per ottenere questo risultato, si sono concentrati sul miglioramento della cancellazione del rumore all’estremità alta della gamma di frequenza, dato che il rumore a bassa frequenza era «già stato preso in considerazione».

Per aiutarvi a raggiungere questo obiettivo, il Sony WH-1000XM5 è dotato, per la prima volta, di due processori. Da un lato c’è il processore Noise Cancelling HD QN1, che quest’anno è accompagnato dal processore V1. Inoltre, il WH-1000XM5 è dotato di otto microfoni, raddoppiando il numero di microfoni del modello precedente.

Tutto questo si traduce in una cancellazione del rumore davvero impressionante, sia passiva che attiva. I Sony WH-1000XM5 sono in grado di isolare perfettamente l’utente dal mondo circostante, filtrando in modo particolarmente efficace i suoni forti e costanti, come i motori, i rumori dei treni o della metropolitana o i rumori generici della strada (auto, lavori edili, ecc.). Questi tipi di suoni scompaiono praticamente dalle nostre orecchie, soprattutto se associati alla riproduzione di musica.

Altri suoni fastidiosi, come le persone che parlano, le telefonate, il pianto dei bambini o simili, non scompaiono completamente, ma vengono attenuati abbastanza da permetterci di concentrarci su ciò che stiamo facendo. In altre parole, se abbiamo la musica accesa e relativamente alta, è normale che non sentiamo praticamente nulla di ciò che accade intorno a noi.

Un’ultima nota sulla cancellazione del rumore. Nelle generazioni precedenti, l’applicazione ci offriva la possibilità di analizzare l’ambiente per assicurarci che il sistema di cancellazione del rumore fosse perfettamente ottimizzato per il luogo in cui ci trovavamo. Era una funzione che dovevamo eseguire manualmente quando arrivavamo sul posto. Le cuffie Sony WH-1000XM5 ottimizzano automaticamente la cancellazione del rumore mentre ci muoviamo grazie alla funzione Adaptive Sound Control, che tiene traccia del luogo in cui le utilizziamo.

Quattro degli otto microfoni integrati nelle cuffie vengono utilizzati anche per le chiamate. Questi quattro microfoni multidirezionali sono stati calibrati per captare solo la nostra voce, garantendo chiamate chiare anche quando c’è molto rumore intorno a noi. Inoltre, la tecnologia Precise Voice Pickup e l’Advanced Audio Signal Processing, un algoritmo di riduzione del rumore sviluppato utilizzando l’apprendimento automatico dell’intelligenza artificiale con oltre 500 milioni di campioni vocali per ridurre il rumore ambientale ed estrarre la voce in modo chiaro in un’ampia gamma di ambienti.

Tutta questa tecnologia garantisce chiamate nitide e chiare, con una qualità generale eccellente. Ho effettuato diverse chiamate di prova, in ambienti rumorosi, e la persona all’altro capo è sempre riuscita a sentirmi in modo chiaro e forte. Le cuffie sono in grado di eliminare (o meglio di non captare) rumori sgradevoli come il traffico, il brusio delle persone che parlano o il fastidioso vento. Solo se c’è una persona che parla molto vicino a voi, la sua voce potrebbe entrare nella conversazione, ma per il resto sono le migliori cuffie che abbia mai usato per telefonare.

Oltre alla cancellazione del rumore, voglio parlarvi di altri dettagli tecnici del Sony WH-1000XM5, anch’essi molto interessanti. Il driver da 40 mm utilizzato nel WH-1000XM4 è stato sostituito da una nuova unità a diaframma da 30 mm con cupola rigida e leggera in fibra di carbonio composita. Secondo Sony, questo migliora la sensibilità degli alti e crea una qualità del suono più naturale. Inoltre, il produttore ha incluso saldature senza piombo con oro per un’eccellente guidabilità, una resistenza acustica che distribuisce meglio la potenza e un circuito che migliora il rapporto segnale/rumore.

Il Sony WH-1000XM5 supporta l’audio ad alta risoluzione LDAC e l’audio wireless. Questa tecnologia trasmette una quantità di dati quasi tre volte superiore a quella dell’audio Bluetooth tradizionale, per una qualità ad alta risoluzione. Tuttavia, non supportano aptX o aptX HD. Sono inoltre dotati di DSEE Extreme, un sistema che migliora i file musicali digitali compressi in tempo reale utilizzando Edge AI. In altre parole, aumenta la qualità dei file audio più compressi.

Qualità del suono e autonomia

Sony WH-1000XM5 recensione

Sony è riuscita a cambiare il design. La cancellazione del rumore è spettacolare. Offrono una qualità di chiamata che poche cuffie sono in grado di offrire. Hanno così tante funzioni e opzioni che si potrebbe dire che sono quasi schiaccianti. Ma come suonano i Sony WH-1000XM5? Beh, suonano benissimo. Offrono quel suono musicale che la maggior parte degli utenti ama (cioè con bassi potenziati), ma migliorano anche i loro predecessori in alcune aree chiave. Questo nuovo modello offre maggiore chiarezza, un livello di dettaglio più elevato e una presentazione più aperta.

Possiamo dire che i Sony WH-1000XM5 sono migliorati in tutto. Alle basse frequenze sono più precisi e suonano anche un po’ più «spessi» nei medi e nei bassi rispetto al modello precedente. Sono anche più dettagliati nella gamma delle alte frequenze, fornendo così un suono ancora più chiaro e preciso. Il midrange estrae anche più dettagli, offrendo un palcoscenico più chiaro e definito.

Nel complesso, il suono offerto dalle Sony WH-1000XM5 potrebbe non essere paragonabile a quello di una cuffia di fascia alta, ma offre comunque uno dei migliori suoni nella sua fascia di prezzo. Il loro suono bilanciato si adatta a qualsiasi genere ed è in grado di soddisfare la maggior parte degli utenti, che in genere cercano un suono incisivo piuttosto che analitico.

Prima di concludere l’analisi, devo parlarvi di uno degli aspetti più importanti delle cuffie wireless: la durata della batteria. La durata della batteria è condizionata da diversi fattori, come ad esempio l’attivazione o meno della cancellazione del rumore, l’utilizzo della funzione di controllo adattivo o, naturalmente, il livello di pressione sonora a cui ci piace ascoltare la musica. Li ho testati per il 95% del tempo con la cancellazione attivata e con un volume alto ma confortevole per le orecchie, e posso dirvi che la durata della batteria supera le 30 ore. Una cifra davvero impressionante.

Infine, la batteria si ricarica tramite una porta USB-C. Una ricarica completa richiede circa 3,5 ore, ma il Sony WH-1000XM5 è dotato di un sistema di ricarica rapida che consente di ottenere fino a 3 ore di riproduzione in soli 3 minuti.

Conclusioni

Deve essere molto difficile per un produttore migliorare anno dopo anno un prodotto che gode di un’ottima reputazione come le cuffie della serie WH-1000. Ma Sony ha fatto un ottimo lavoro con il WH-1000XM5. Hanno persino rischiato un’importante riprogettazione. E, come già detto, hanno azzeccato praticamente tutto. Le Sony WH-1000XM5 sono cuffie davvero spettacolari.

Il nuovo design offre maggiore comfort, la cancellazione del rumore è stata migliorata (ed era già molto buona), i microfoni sono stati migliorati per offrire una migliore qualità delle chiamate, sono ricchi di funzioni extra che possono essere controllate tramite l’app di Sony, offrono una durata della batteria impressionante e hanno migliorato la qualità del suono rispetto ai loro predecessori.

Come punti negativi possiamo citare la perdita della possibilità di piegarli (occupando così più spazio), il fatto che il materiale utilizzato possa dare l’impressione di essere meno pregiato di quanto non sia in realtà, l’assenza di qualsiasi tipo di certificazione IPX (in realtà, nell’app possiamo vedere un’avvertenza che indica che non devono bagnarsi minimamente) e che il loro prezzo è elevato.