Saltar al contenido

Xiaomi Redmi Note 11 vs Xiaomi Redmi Note 10 – Dove sono le differenze?

Xiaomi ha lanciato il Redmi Note 11 pochi giorni fa. Si tratta del successore dello smartphone di fascia media Redmi Note 10 di Xiaomi, in arrivo nel 2021. Abbiamo messo a confronto i due modelli in base alle loro specifiche hardware, includendo nell’equazione anche il Redmi Note 10 5G.

All’inizio del 2022, Xiaomi ha aggiornato la sua flotta di fascia media e ha presentato la linea Redmi Note 11. Le nuove caratteristiche del modello base del Redmi Note 11 includono il SoC e la fotocamera principale migliorata, nonché la MIUI, anche se quest’ultima purtroppo non è ancora basata su Android 12. L’anno scorso il modello base era disponibile nelle versioni LTE e 5G.

Poiché in precedenza abbiamo potuto recensire solo il Redmi Note 10, in questa recensione confronteremo le specifiche degli smartphone. Non appena il Redmi Note 11 arriverà in redazione, scriveremo un’impressione pratica e aggiorneremo di conseguenza questo articolo di confronto.

Redmi Note 11 vs Note 10: display e involucro

Xiaomi Redmi Note 11 vs Xiaomi Redmi Note 10

Uno sguardo alle specifiche ci dice che nulla è cambiato in termini di risoluzione e tecnologia del display: Si tratta sempre di un pannello AMOLED da 6,43 pollici con risoluzione Full HD+. Accendendo il dispositivo, si nota che la frequenza di aggiornamento è migliorata: nel 2021 era di soli 60 Hertz, mentre il Note 11 offre una frequenza di aggiornamento di 90 Hertz.

A proposito, il Redmi Note 10 5G si distingue dalla massa. Il suffisso aggiuntivo «5G» suggerisce che il modello è lo stesso del modello base, a parte il modem, ma non è così. Lo si vede direttamente dal display: Il pannello leggermente più grande da 6,5 pollici si affida alla tecnologia LCD, ma è anche dotato di una frequenza di aggiornamento di 90 Hertz.

Xiaomi non ha fatto passi da gigante in termini di design. Il Redmi Note 11 è un po’ più compatto, ma anche un po’ più spesso. Probabilmente non si noterà nemmeno la differenza di dimensioni quando i due dispositivi non sono posti direttamente uno accanto all’altro. Entrambi gli smartphone sono inoltre certificati IP53. Il Note 10 5G non dispone di questa certificazione.

Redmi Note 11 vs Note 10: prestazioni e connettività

Snapdragon 680 per questa generazione e Snapdragon 678 l’anno scorso – sembra un aggiornamento, ma dovremo guardare molto da vicino qui nel confronto. Non si tratta di un passo avanti in termini di prestazioni. Al contrario, anche lo Snapdragon 678 dovrebbe essere leggermente superiore in termini di prestazioni. Ciò è dovuto anche al fatto che la GPU Adreno 612 è responsabile della grafica, mentre lo Snapdragon 680 deve accontentarsi dell’Adreno 610.

Allora perché questo SoC? Come minimo potremo beneficiare del fatto che supporta una frequenza di aggiornamento di 90 Hertz. Inoltre, il chipset Snapdragon 680 è il più efficiente dal punto di vista energetico tra i due. Non mi aspetto grandi differenze in termini di prestazioni, ma lo chiariremo non appena arriverà la nostra unità di prova. Anche il Note 10 5G è fuori dal comune: È stato equipaggiato con il MediaTek Dimensity 700 dello scorso anno.

In termini di connettività, il Note 10 e il Note 11 sono (quasi) identici: entrambi utilizzano esclusivamente la rete LTE e il Bluetooth è ancora offerto nella versione 5.0. Fortunatamente è stato installato un chip NFC. Questo dovrebbe far piacere a chi ama pagare con lo smartphone.

Il Note 10 5G si differenzia dagli altri due anche in termini di connettività: Oltre al Bluetooth 5.1, è presente, a sorpresa, un modem 5G. In tutti e tre i dispositivi c’è spazio per un jack audio da 3,5 mm.

Redmi Note 11 vs. Note 10: Fotocamera

Xiaomi Redmi Note 10 vs Xiaomi Redmi Note 11

La fotocamera mostra un leggero miglioramento, almeno sulla carta, dal momento che la fotocamera principale ha ora un numero di 50 megapixel invece che 48. Dietro, tutto rimane invariato: Ultra-wide a 8 MP, così come macro e sensore di profondità a 2 MP ciascuno. Nella parte anteriore è stato installato un sensore da 13 MP per i selfie. Poiché la qualità di una fotocamera non può essere valutata guardando il numero di megapixel, anche in questo caso è necessario un test.

Tra l’altro, il Note 10 5G offre un sistema di fotocamere in gran parte identico a quello del Note 10, ma senza il sensore ultra-grandangolare e con un sensore da 8 MP davanti.

Redmi Note 11 vs. Note 10: Software

In realtà dovremmo aspettarci un passaggio da Android 11 ad Android 12. Purtroppo non è così. Il Redmi Note 11 viene già fornito con la MIUI 13, ma è ancora basata su Android 11. Proprio come la MIUI 12, che troviamo su entrambi gli smartphone del 2021. Speravo che Xiaomi avesse qualcosa in più da offrire.

Il confronto tra il Redmi Note 11 Pro e il Redmi Note 10 Pro mostra che lo stesso problema esiste anche in questo caso. Quindi non si tratta solo di un dilemma del modello base.

Redmi Note 11 vs. Note 10: batteria e ricarica rapida

La tendenza che già percorre l’intero articolo viene confermata anche in questo caso: Come nel Redmi Note 10, Xiaomi si affida a una batteria spessa da 5.000 mAh nel nuovo modello e ci permette di caricarla a 33 watt. Sappiamo che Xiaomi ha raggiunto ambiti completamente diversi di ricarica rapida dei suoi modelli di punta: Anche il Redmi Note 11 Pro di fascia media (sia nella variante LTE che in quella 5G) si carica a una velocità di 67 watt. Lo Xiaomi 12 Pro brilla già con 120 watt e la capacità di ricarica inversa.

Xiaomi Redmi Note 11 vs Xiaomi Redmi Note 10

Conclusione: Dovete aggiornare lo Xiaomi Redmi Note 10?

Come sempre, quando possiamo confrontare solo i dati tecnici, la conclusione non è definitiva. Tuttavia, è chiaro che l’aggiornamento è relativamente gestibile sulla carta. Lasciamo da parte il Note 10 5G, che si rivolge a un mercato un po’ diverso rispetto agli altri due modelli.

Il nuovo Redmi Note 11 non presenta differenze in termini di prestazioni o durata della batteria. Tuttavia, la frequenza di aggiornamento del display, identica, ma ora a 90 Hertz, è sicuramente «piacevole da avere». Resta da vedere quanto migliori siano le prestazioni della fotocamera e se Android 11 sia migliore con una versione MIUI più recente. Nessuno dei due ha il 5G, ma forse la disponibilità dell’NFC nel Note 11 potrebbe influenzare la decisione di acquisto.

Gli utenti che possiedono il Redmi Note 10 molto probabilmente salteranno l’aggiornamento al Note 11. Anche il mercato degli smartphone sotto i 200 euro è un mercato libero con molti concorrenti, mentre il MWC è dietro l’angolo. Il Redmi Note 11 non è comunque ancora disponibile. Pertanto, posso solo consigliarvi di rimanere con i piedi per terra e di controllare la concorrenza, soprattutto dopo il MWC. Solo allora potrete decidere se scegliere il Note 11, uno degli altri miliardi di modelli Xiaomi di fascia media o la concorrenza.