Skip to content

Polar H10 vs Garmin HRM Pro Plus – Dove sono le differenze?

I cardiofrequenzimetri sono un ottimo strumento per tenere sotto controllo le pulsazioni, un buon indicatore dei livelli di sforzo durante l’attività fisica. Le fasce toraciche sono spesso più rapide e precise dei sensori di frequenza cardiaca da polso, e tra le opzioni più diffuse ci sono il Garmin HRM-Pro e il Polar H10. Abbiamo messo questi due monitor testa a testa per vedere quale fosse il migliore e, pur essendo una partita combattuta, uno di questi sensori ha superato l’altro.

Cosa sono il Polar H10 e il Garmin HRM-Pro?

Polar H10 vs Garmin HRM Pro Plus

Il Polar H10 è un cardiofrequenzimetro da indossare sul petto che tiene traccia delle pulsazioni. Il monitor è lungo circa 2 pollici, largo 1 pollice e spesso un quarto di pollice ed è fissato alla fascia di tessuto che avvolge lo sterno.

È disponibile in due taglie: dalla S alla S, con misure da 20 a 26 pollici, e dalla M alla XXL, con misure da 25,5 a 36,5 pollici. L’H10 è disponibile in quattro colori: nero, grigio, arancione e verde acqua. La durata della batteria è stimata in 400 ore, secondo Polar.

Il Garmin HRM-Pro ha all’incirca le stesse dimensioni del cardiofrequenzimetro Polar H10 e funziona allo stesso modo: può registrare la frequenza cardiaca e i dati relativi all’esercizio fisico e proiettarli alle app di fitness e alle attrezzature per l’esercizio fisico tramite ANT+ o Bluetooth. La fascia si regola per adattarsi a toraci di dimensioni comprese tra 23,5 e 42 pollici, anche se è possibile acquistare un estensore per adattarsi a toraci fino a 56 pollici.

L’HRM-Pro trasmette la frequenza cardiaca a un orologio Garmin, a un’attrezzatura da allenamento collegata che utilizza ANT+ o Bluetooth, ad app per l’allenamento o all’app Garmin Connect sullo smartphone. Può anche rilevare parametri di corsa come la cadenza (passi al minuto), l’oscillazione verticale (il “rimbalzo”), il tempo di contatto con il suolo (quanto tempo i piedi rimangono a terra) e la lunghezza della falcata.

Comfort

Polar H10 vs Garmin HRM Pro Plus

Il Polar H10 mi ha provocato un leggero sfregamento, forse dovuto alla rigatura in gomma all’interno della fascia che aiuta a mantenerla in posizione. Dopo circa un’ora di esercizio ho avuto qualche irritazione su entrambi i lati della cassa toracica. Una passata di balsamo anti-sfregamento può aiutare a prevenire questo problema, ma se siete persone che si allenano per lunghi periodi di tempo e avete bisogno di un cardiofrequenzimetro che rimanga comodo, il Polar H10 potrebbe non essere adatto.

Il Garmin HRM-Pro non ha rivali in fatto di comfort. Ho indossato l’HRM-Pro principalmente per i miei allenamenti quotidiani di un’ora, ma un giorno l’ho indossato il più a lungo possibile durante i miei spostamenti e la giornata lavorativa. L’HRM-Pro è così comodo che spesso mi sono dimenticato di averlo addosso. Ho camminato, lavorato e fatto esercizio per circa 10 ore prima di toglierlo e non ho avvertito alcuno sfregamento, torsione o altro disagio.

La nostra scelta: Garmin HRM-Pro

Reattività

Polar H10 vs Garmin HRM Pro Plus

Come regola generale, i monitor indossati sul petto rilevano le variazioni della frequenza cardiaca in modo più rapido e preciso rispetto ai dispositivi indossati al polso. Sia il Polar H10 che il Garmin HRM-Pro hanno rilevato in modo rapido e preciso la mia frequenza cardiaca e l’hanno visualizzata facilmente su un attrezzo da allenamento, un’app o un fitness tracker. Inoltre, entrambe le app Polar Flow e Garmin Connect sono state facili da navigare e da usare per rivedere la frequenza cardiaca e le statistiche dell’allenamento.

La nostra scelta: è un pareggio

Batteria

Il Polar H10 batte il Garmin HRM-Pro con una durata della batteria di 400 ore. È possibile allenarsi con l’H10 per un’ora al giorno per oltre un anno, circa un anno e un mese, prima di cambiare la batteria.

L’HRM-Pro ha una durata della batteria simile, pari a 365 ore. Utilizzando il monitor per un’ora di allenamento al giorno si avrà circa un anno prima di dover cambiare la batteria. Non batte l’H10, ma è comunque adeguato per la maggior parte degli atleti.

La nostra scelta: Polar H10

Dimensioni

Polar H10 vs Garmin HRM Pro Plus

Il Polar H10 è disponibile in due taglie: la XS-S si adatta a toraci tra i 23 e i 28 pollici, mentre la M-XXL si adatta a toraci tra i 26 e i 37,5 pollici, una gamma di taglie più piccola di circa 5 pollici rispetto all’HRM-Pro.

Il Garmin HRM-Pro batte il Polar H10 per quanto riguarda le dimensioni. L’HRM-Pro può essere regolato per adattarsi a toraci di circonferenza compresa tra 23,5 e 42 pollici e si può acquistare un estensore per adattarsi a toraci fino a 56 pollici. Se la gamma di dimensioni è una priorità per voi quando si tratta di un cardiofrequenzimetro, scegliete l’HRM-Pro.

La nostra scelta: Garmin HRM-Pro

Il miglior cardiofrequenzimetro tra i due è…

Garmin HRM-Pro

Sebbene sia Garmin che Polar producano eccellenti cardiofrequenzimetri, l’HRM-Pro batte l’H10 per il primo posto. Entrambi i monitor rilevano e registrano la frequenza cardiaca in modo rapido e preciso, ma l’HRM-Pro è più comodo, soprattutto per lunghi periodi di tempo, e si adatta a una gamma più ampia di taglie.

Tuttavia, il Polar H10 ha una durata della batteria più lunga: 400 ore contro 365. Quindi, se la durata della batteria è la vostra priorità, potreste prendere in considerazione l’H10.