Saltar al contenido

OLED vs QLED РQual ̬ il Miglior Televisore?

meilleur téléviseur OLED

Il mondo dei televisori è in continua evoluzione e cambia sempre più velocemente. Adattare e comprendere i diversi tipi di tecnologie come OLED o QLED e sapere quale è la migliore, cosa offre ciascuna o quale sia più interessante a livello di prezzo, può diventare un compito complicato. Inoltre, esistono molti acronimi e funzionalità diverse, con tecnicismi che possono venire trascurati. Affinché questo compito non sia così complesso, in questo articolo faremo un confronto e illustreremo le principali differenze tra i televisori OLED e QLED.

Televisori OLED e QLED – Quali sono le differenze principali?

Prima di confrontare queste due tipologie di schermi, è importante conoscere le caratteristiche e capire come funziona ciascuno. Entrambe stanno avendo successo sul mercato e il futuro dei televisori punta molto su di esse.

La differenza principale – Da dove viene emessa la luce?

OLED Vs QLED televisorePrima di tutto, parliamo dei televisori che utilizzano la tecnologia OLED. L’acronimo sta per «Organic Light-Emitting Diode», ciò significa che i televisori OLED generano diodi organici che emettono luce da soli, a differenza di altri modelli con tecnologie più desuete che hanno bisogno di una fonte di luce esterna per generare l’immagine che si vede sullo schermo. Di solito questa illuminazione si trova sul retro o sul lato del pannello. I pannelli che hanno bisogno di un’alimentazione esterna sono chiamati pannelli LCD.

Esistono poi i televisori con tecnologia QLED (Quantum Dot Light Emitting Diode), che appartengono al gruppo di televisori che utilizzano pannelli LCD e che, quindi, non emettono luce da soli. I televisori QLED sono un’evoluzione degli schermi LED (quelli normalmente utilizzati dai pannelli LCD). Il miglioramento è rappresentato dal fatto che l’attivazione dei pixel è molto più precisa nei QLED che nei LED. Ciò avviene grazie a piccoli cristalli semiconduttori che misurano tra i 2 e i 10 nanometri, i punti quantici. Per questo motivo, i QLED possono giocare molto di più con il contrasto e assomigliano agli schermi OLED.

Il prezzo (un fattore da considerare)

La tecnologia OLED è attualmente la più all’avanguardia nel settore televisivo. Di conseguenza i prezzi dei televisori OLED sono molto elevati, raggiungono i mille euro nei modelli più semplici e con meno funzionalità.

Il prezzo dei televisori QLED oscilla tra i 500 euro, per i modelli i più economici, e i 1.500 euro per i più moderni. Come abbiamo accennato, quelli che utilizzano la tecnologia OLED di solito non scendono sotto i 1.000 euro in nessuno dei loro modelli e alcuni raggiungono i 5.000-10.000 euro. Bisogna evidenziare che esistono più variabili che incidono sul costo, come le dimensioni dello schermo e altre tecnologie aggiuntive. Uno schermo OLED o QLED di solito ha dimensioni medie (tendenti a grandi).

Punti forti e deboli dei televisori OLED

Di seguito elenchiamo i principali vantaggi e svantaggi della tecnologia OLED rispetto a quella QLED.

Punti forti

  • Maggiore risparmio energetico perché non serve una fonte di luce esterna.
  • Lo spessore degli schermi può essere ridotto al minimo e si può fare a meno di molti elementi tecnici necessari nei televisori con tecnologia LED. Questo aspetto rende i prototipi OLED i migliori sul mercato.
  • La luminosità e l’angolo di visione sono eccezionali. Lo schermo è perfettamente visibile da quasi tutte le posizioni.
  • La velocità di risposta è molto più alta. Il tempo di risposta degli schermi OLED è di 0,1 millisecondi, mentre nei QLED è compreso tra 2 e 8 millisecondi.
  • È l’unico televisore che offre il colore nero puro. Questo accade perché non necessita di una fonte di luce esterna. Il resto degli schermi, per quanto sofisticati possano essere, emettono sempre un po’ di luce, rendendo impossibile ottenere il nero puro.
  • Infine, sul mercato si trova molta più offerta di schermi OLED che di schermi QLED, mentre i primi sono realizzati da quasi tutti i produttori di televisori, i QLED sono prodotti solo da Samsung.

Punti deboli

  • Non esistono schermi OLED di piccole dimensioni. Se stai cercando un televisore di meno di 50 pollici, dovrai ricorrere a un altro tipo di tecnologia.
  • Il prezzo, essendo una nuova tecnologia, è molto alto.
  • È probabile che questi tipi di televisori siano meno durevoli per via della loro composizione organica.

Punti forti e deboli della tecnologia QLED

QLED Vs OLED televisoreOra analizziamo i vantaggi e gli svantaggi dei display QLED rispetto agli OLED.

Punti forti

  • Colori più puri rispetto ad altri tipi di schermi. Grazie al fatto che sono in grado di attivare singolarmente un pixel, viene emessa luce con colori puri più specifici. Riproducono il 100% del colore. Inoltre, possono controllare la luce che entra in ogni pixel, portando a garantire un’ottima saturazione.
  • Il livello di luminosità dello schermo è più alto. Raggiungono i 4000 nits di luminosità. Ciò garantisce immagini più luminose, il che è molto positivo quando si guarda la televisione in pieno giorno.
  • Maggiore durata e prezzi inferiori.

Punti deboli

  • Lo svantaggio principale dei televisori QLED è che non possono garantire il colore nero puro. Poiché la loro tecnologia fornisce luce in base all’intensità dell’alimentazione, per offrire un nero totale sarebbe necessario smettere di emettere potenza e, pertanto, lo schermo sarebbe spento.
  • Tempi di risposta più lenti e design meno organici.
  • Minore offerta sul mercato perché questi schermi vengono prodotti solo dal marchio Samsung.

Analisi di diversi modelli di televisiori OLED e QLED

Per approfondire il confronto tra una tecnologia e l’altra, analizzeremo più in dettaglio alcuni modelli specifici di ogni tipologia.

LG 55B9S-ALEXA – Risoluzione UHD 4K e intelligenza artificiale

Parliamo di un modello piccolo con tecnologia OLED (solo 55 pollici), perfetto se si preferiscono dimensioni più contenute rispetto alla maggior parte di questi dispositivi. Inoltre, sono inclusi il sistema di intelligenza artificiale ThinQ di LG e gli assistenti Google Home e Alexa, che consentono il controllo vocale. È compatibile con il 100% dei formati HDR (High Dynamic Range) e presenta una risoluzione UHD 4K, che aumenta notevolmente la qualità dell’immagine. Per quanto riguarda l’audio di questo modello, in esso è integrato il suono Dolby ATMOS (con 40W di potenza) e offre un suono avvolgente a 360º (come se ci si trovasse in un cinema). Infine, da segnalare che per trattarsi di un modello OLED il prezzo è davvero contenuto.

Philips 55OLED854/12 – TV OLED con tecnologia Ambilight

Come nel modello precedente, anche in questo caso lo schermo misura 55 pollici. La grande scommessa di questo televisore è l’uso di Ambilight su tre lati, un sistema che consente di immergersi completamente in film, video o giochi fornendo uno spettacolo di luci sul retro. Inoltre, le luci ei colori di questo sistema vanno a tempo con le immagini e il suono. Incorpora anche la tecnologia artificiale ed è compatibile con Google Assistant. Naturalmente, include una risoluzione UHD 4K ed può essere collegato ai formati HDR 10+. Un punto a sfavore rispetto al modello illustrato prima è che presenta efficienza energetica B, mentre l’altro è di tipo A.

Samsung 55TU7105 – Uno dei migliori modelli nel rapporto qualità-prezzo

Di tutte le opzioni è la più economica e, quindi, ha un buon rapporto qualità-prezzo. Le due caratteristiche principali di questo televisore sono il Crystal Display e il suono intelligente. Il primo permette di riprodurre più di un miliardo di colori garantendo una qualità dell’immagine impressionante. Inoltre, l’uso della tecnologia HDR favorisce la creazione di neri più puri (sebbene non eguagli il livello che raggiungono i televisori OLED) e in ogni scena viene potenziata la qualità del dettaglio. Grazie al sistema di suono intelligente esso si autoregola rilevando le variazioni e adattandosi ad ogni scena. Il dispositivo è inoltre è compatibile con gli assistenti vocali, come Alexa, e permette di visualizzare il contenuto dello smartphone per vederlo in una dimensione più grande. Infine, ha una classe di efficienza energetica A+ e la serie è disponibile in varie dimensioni, da 43 a 75 pollici.

Samsung 65Q60T – Ottime recensioni dei suoi acquirenti

Questo televisore è dotato di quantum dot, una tecnologia inorganica che riproduce il 100% del colore con qualsiasi luminosità. Si tratta della sua caratteristica principale e quella che differenzia questo schermo dal modello precedente. Un altro dei suoi punti di forza è l’intelligenza artificiale 4K, che migliora il suono e l’immagine in tempo reale. Inoltre, permette di visualizzare il contenuto dello smartphone e di personalizzare la TV con foto e musica preferite attraverso l’ambient mode; grazie a questa funzionalità la TV si mimetizzerà tra le decorazioni della casa sembrando un quadro. Come altri modelli già visti, il Samsung 65Q60T si collega ad assistenti virtuali come Alexa, Google Assistant e Bixby. Infine, la qualità dell’immagine è abbastanza buona e integra la risoluzione 4K UHD e la tecnologia HDR.

Altri televisore OLED

Altri televisore QLED

OLED o QLED, Che televisore scegliere?

Ora che entrambe le tecnologie sono state analizzate e confrontate, è più facile dedurre quale sia più conveniente e quale sia la migliore.

Non c’è dubbio che la tecnologia utilizzata negli schermi OLED sia più avanzata, ma i televisori QLED non sono da meno e il rapporto qualità-prezzo è uno dei loro grandi vantaggi. Tuttavia, i display OLED riducono il consumo di energia, anche se la spesa iniziale è più ingente.

Come abbiamo spiegato, i modelli OLED hanno una qualità dell’immagine superiore. Proprio per questo motivo, si tratta di televisori perfetti per chi ama i videogiochi o guardare film disponibili nei formati di immagine più avanzati. È anche possibile guardare la TV da quasi tutte le angolazioni e garantisce il colore nero puro.

Se per te avere la migliore qualità d’immagine sul mercato non è una priorità e, al contrario, preferisci un televisore più economico o hai bisogno di un modello di dimensioni inferiori ai 55 pollici, ti conviene allora considerare l’acquisto di uno schermo con tecnologia QLED. Non ci sono praticamente modelli di dimensioni inferiori a 55 pollici tra i televisori OLED. Tuttavia, i display QLED sono prodotti solo dal marchio Samsung che ha sviluppato di questa tecnologia. Se per qualche motivo non vuoi acquistare prodotti di questa marca, dovrai scegliere un televisore OLED o uno con un altro tipo di tecnologia.

Esteticamente la maggior parte dei televisori sono simili, quindi questo non sarà un punto chiave al momento di decidere. In termini di design, l’unica cosa da puntualizzare è che i televisori OLED sono molto più sottili.

Probabilmente in quasi tutti i casi conviene optare per un QLED per l’ottimo rapporto qualità-prezzo di questo tipo di televisori. Inoltre, ogni mese vengono effettuate ulteriori ricerche per garantire la qualità degli schermi OLED ma a un prezzo più basso. Sicuramente, tra pochi anni, quando gli OLED saranno sempre più popolari e i costi dei processi di produzione si saranno ridotti, il loro prezzo sarà molto più abbordabile e molte più persone potranno acquistarli.